distanze tra edifici

messaggio inserito martedì 31 maggio 2005 da andrea

andrea : [post n° 51870]

distanze tra edifici

urgente!!! stanno costruendo un edificio di nuova costruzione senza rispettare le distanze minime di 10 m dal prospetto di un locale cantina scavato nel tufo (quindi interrato per tre lati).
Secondo voi è sempre valido il limite minimo?: qualcuno (loro...) dice che la cantina non è un "edificio" (termine usato dalla legge) oppure che è un locale sotteraneo a cui non si applicano le distanze minime di 10 m.
Se avete notizie anche di sentenze o Vs. considerazioni vi sarei grato: non vorrei imbarcarmi in una lotta legale che poi magari si perde.
grazie, andrea
fiamma :
....per quel che ne so, un locale interrato può esser costruito in aderenza al confine (quindi ad una distanza minore di 5m). nel caso di un edificio nuovo rispetto ad un locale quasi completamente interrato....beh, si applica la distanza tra i piani fuori terra! Solo che tutte le volte non ho capito se era una furbata del progettista o la regola.....Secondo me, ti conviene chiedere in Comune o sbirciare la relazione tecnica del nuovo progetto in cui certamente ci sarà scritto come si son regolati...
ciaooooo
Angy :
Scusa ma sul Regolamento Edilizio e NTA del Comune di riferimento trovi sicuramente le distanze da rispettare, al di là di quelle generali che ha citato Fiamma. Anche sul Codice Civile le trovi, tra l'altro. Consultate tutte le norme, puoi cominciare a cercare sentenze che magari abbiano creato un precedente a tuo favore (non sempre è così).

Ciao

Angy
delli :
veloce veloce:
vedi il dm 1444/1968 art. 9 (mi pare) 10 mt per pareti finestrate inderogabile... (nelle zone B) ci sono anche sentenze della cassazione che al momento non ho sottomano ma nel pomeriggio le cerco
bye bye
Angy :
Già anch'io sapevo che erano 10 , i metri, ma forse Fiamma si riferiva alle zone C, in cui tra pareti finestrate di edifici antistanti, è prescritta la distanza minima pari all'altezza dell'edificio più alto; o forse intendeva tutt' un'altra cosa, chissà...
Ai posteri l'ardua sentenza...;-)

Angy
delli :
sentenza consiglio di stato:
www.bosettiegatti.com/o_sentenzedil.htm
vedi il documento 064

anche se a me è capitato che in zona b mi chiedessero comunque il rispetto delle distanze dalle strade, oltre i 10 m...
sulle distanze ho sentito pareri a volte anche opposti... (e tra avvocati!!)

bye bye
fiamma :
...ehm, mi riferivo ai 5m di distanza dal confine in assenza di altri edifici! se mi son capitati casi di costruzione di vani interrati in aderenza al confine, quindi indipendentemente da ciò che c'è nei lotti vicini, ho la vaga impressione che valga la proprietà transitiva e che quindi il vicino di andrea possa costruire ad una distanza inferiore a quella di 10m(o più) rispetto al piano interrato, salvo poi arretrare il volume del suo edificio in corrispondenza delle parti fuori terra dell'edificio di andrea......non so se son stata chiara: forse era meglio mandare uno schizzo!
cmq la letteratura a commento dei confini è ampia e contrastante..mah!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.