lavoro a progetto

messaggio inserito venerdì 10 giugno 2005 da silvio

silvio : [post n° 52978]

lavoro a progetto

Mi è stato proposto un contratto di lavoro a progetto con una scrl di una durata di circa 6 mesi. Il commercialista dice di chierede all'ordine. L'ordine di chiedere a inarcassa quali sono le modalità per versare i contributi a inarcassa e non all'inps, ma inarcassa (son passati già 4 giorni) ancora non risponde! La legge Biagi modifica i vecchi co.co.co in contratti di lavoro a progetto ma non specifica se la partita iva (e di conseguenza l'iscrizione ad albo e inarcassa) sono un problema! ora che faccio?Se accetto e poi scopro che non sono compatibili cosa rischio?Sapete darmi una risposta?
mek :
ciao
Credo che se possiedi la partita iva come studio di architettura, non puoi contrarre dei lavori a progetto (vecchi co.co.co.) inerenti alla professione che svolgi; diversamente se il contratto di lavoro a progetto è relativo ad altra attività (ad esempio barista o altro ) allora puoi svolgere quel tipo di attività secondo quel regime.
Ti faccio presente che quanto scritto sopra l'ho saputo da un paio di colleghi che si sono trovati nelle tue condizioni e che si sono informati presso i loro commercialisti.
Forse potresti rivolgerti anche all'agenzia delle entrate della tua città dove magari possono consigliarti meglio.
silvio :
grazie per il consiglio! fatto! ho chiesto a tutti quelli che speravo ne sapessero più di me...colleghi, commercialista, ordine, agenzia delle entrate...solo inarcassa continua a essere irraggiungibile...poi un amico avvocato mi dice: attenzione perchè Biagi escluse le prestazioni intellettuali per le quali è necessario iscrizione ad un albo professionale! ora, se ho capito bene, tu mi dici che se è relativo ad altra attività non dovrei aver problemi! ma neanche con inarcassa? possibile che nessuno tra di voi si sia trovato in simili situazioni?
and :
...la questione a mio avviso non te la risolve nemmeno inarcassa! ...da quel che mi ricordo (perchè appena uscita la LBiagi mi ero informato -commercialista, avvocato ...-) pur avendo partita iva e iscrizione ad inarcassa puoi tranquillamente stipulare un contratto a progetto solo che per quanto riguarda la previdenza la società pagherà obbligatoriamente l'inps, quindi tu lavorerai regalando quei soldi all'inps a meno che la tua posizione con quest'ultima non rimanga attiva per almeno 5 anni (ciò significa che l'inps ti garantisce una pensione dovuta ai contributi versati solo se questi vengono corrisposti per almeno 5 anni - e mi pare debbano essere continuativi- altrimenti vanno a fondo perso).

...consiglio: fai due conti.
se la srl ti dà 1000
+ 20% (percentuale che è obbligata a versare all'inps)
+ X% (altri contibuti dovuti che non so a quanto possano ammontare),
proponi alla srl che quei 1000+20%+X% glieli fatturi ...forse porterai a casa un po meno ma così non butti a fondo perso quel 20%
-non credo che la srl si rifiuti di ricevere una fattura-

...qusto è ciò che sò ...prendilo con le pinze dato che sono architetto e non altro professionista più dentro la materia!!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.