"ricevuta": è sufficiente?

messaggio inserito lunedì 5 marzo 2012 da diana

[post n° 285144]

"ricevuta": è sufficiente?

Salve, ho un problema: sono architetto solo iscritto all'albo ma non ho P.I. nè iscrizionead Inarcassa;non ho avuto proposte di lavoro pr aprire P.I. ma ho solo fatto un disegno per cliente che voleva rivedere la pianta di un negozio. Mi ha pagato200 euro. cosa devo scrivere ora per notificare la cosa? mi ha pagato 90 giorni fa. grazie per l'aiuto!
:
Prima di tutto, il pagamento è già avvenuto perciò hai evaso. Per mettere in regola la cosa la vedo dura, ma la cifra è talmente piccola che dovrei darti un consiglio contrario alle regole del forum. In fin dei conti hai effettuato una prestazione professionale, ed essendo iscritto all'ordine non puoi fare la relativa ricevuta per prest. occ.
:
Preciso: non puoi fare R.P.O. se all'oggetto metti qualcosa che rientra nel campo della professione di architetto.
:
grazie yeahh, è come temevo....
comunque provvedo subito a riparare per il possibile il danno.. grazie ancora!!
Diana
:
Puoi dire al tuo committente che non puoi fatturare con l'oggetto reale della prestazione, ma puoi fare così:

OGGETTO: RPO PER PRESTAZIONE NON PROFESSIONALE.

Importo = €.250,00
Ritenuta 20% = €.50,00
NETTO A PAGARE = €.200,00

In più marca da bollo da 1,81 che abbia data antecedente o al massimo uguale a quella della fattura.


:
vabbeh, allora può scrivere qualsiasi cosa, "oggetto: dog sytter. "
il punto è che se uno è iscritto ad un ordine professionale (e quindi è un professionista) deve stare un po' attento a queste cose....
Iscrizione ordine= onori e oneri....soprattutto oneri e pochi onori.
:
ti ringrazio ancora per l'aiuto. grazie ancora!!Diana
:
Anche "dog sitter" va bene, l'ordine non può dire nulla.
:
beh, che uno faccia l'architetto senza p.iva e faccia prestazioni occasionali in barba a tutti quelli che pagano iva e inarcassa....forse qualcosa da dire l'ordine ce l'avrebbe...
:
...e anche l'agenzia delle entrate avrebbe da ridire.
:
Sì, ma bisogna sollevare osservazioni con tanto di prove documentali. L'ordine e l'agenzia delle entrate non mettono la lente su una ricevuta di 200 euro.
:
x marco:
si ho capito. Ma il mio post era provocatorio. Io iscritta all'ordine pago contributi minimi inarcassa anche se fatturo zero e ci sono iscritti all'ordine che fanno una prestazione professionale e rilasciano ricevuta anzichè fattura come dovrebbe essere?Lascia perdere l'ammontare esiguo di 200 euro. E' una semplice questione di principio.
:
Kia dobbiamo anche dire che gli ordini non sono molto chiari in merito.
Semplicemente non capisco perchè ti facciano iscrivere all'ordine senza precisarti che non puoi esercitare senza aprire una posizione fiscale e previdenziale.
Considera che alla "cerimonia di ritiro del timbro" il nostro presidente (ordine di roma) ci augurava di timbrare all'indomani stesso la nostra prima pratica! Alla barba della legge direi!
Nulla ci è stato detto circa la p. iva, io ci sono incappata un paio di mesi dopo, quando per firmare un contratto con un ente pseudopubblico mi hanno chiesto se fossi in regola col fisco.
Il collegio dei geometri, semplicemente, chiede un numero di partita che poi sarà stampigliato sul timbro.
Sti geometri ci faranno anche un po' schifo ma dobbiamo ammettere che spesso ci mangiano proprio in testa!
:
x ante e post:
mi sa che allora dipende da ordine a ordine perchè a me le hanno dette queste cose all'atto di iscrizione. Anzi, me le hanno dette prima perchè ero stata da loro qualche mese prima di iscrivermi per farmi dare tutte le info del caso.
:
Anche in questo caso non ho che commentare: ma perchè non ci si uniforma un po' in tutta italia? Da noi funziona diversamente!
:
Come si regola l'esercizio professionale è materia universitria (il vecchio esame di Estimo ed Esercizio Professionale) e poi anche dell'Esame di Stato. Gli Ordini non sono proprio tenuti a dirci niente.
:
Al mio ordine ero andata appunto qualche mese prima ad informarmi. Mi hanno chiesto se al momento dell'iscrizione presso di loro pensavo di avere un contratto inps presso uno studio, un'azienda, ecc.ecc. o se invece ero freelance. Ricadevo nel secondo caso e quindi mi hanno detto di andare qualche giorno prima ad aprirmi la p.iva con codice architetto e poi andare da loro ad iscrivermi portandomi il numero di p.iva perchè mi facevano compilare seduta stante il modulo di apertura posizione con inarcassa dove per l'appunto dovevo scrivere la p.iva.
Comunque a questa conclusione (cioè che dovevo aprirmela) ci ero arrivata anche da sola prima di sentire l'ordine informandomi per conto mio, spulciando nei siti di inarcassa ecc.ecc. e leggendomi la legge biagi nei punti che riguardano le prestazioni occasionali dove c'è scritto senza ombra di dubbio che sono escluse le prestazioni degli iscritti agli ordini professionali.
:
Ciò non toglie che magari all'ordine dovrebbero quanto meno mettere la pulce nell'orecchio al neo- iscritto, anche se non è compito loro fare una lezione di diritto del lavoro+ fisco+esercizio professionale.
:
Bah....
Mai nei corsi di estimo ne nei corsi pre esame di stato mi è stato specificato il modo in cui si sarebbe dovuto esercitare.
Ci sono capitata per caso in questa informazione... di rimando. Quando non sapevano più come pagarmi!
Credo che in questo Roma sia un po' troppo accademica, molti bei disegni e poca roba pratica!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.