abilitazione-iscrizione all'albo

messaggio inserito mercoledì 16 maggio 2012 da mari

mari : [post n° 290386]

abilitazione-iscrizione all'albo

Salve,
ho appena fatto l'esame di stato e conseguito l'abilitazione. Vorrei sapere se l'iscrizione all'albo si può fare in un secondo momento oppure se sono obbligata a farla subito.
Il punto è che adesso non sono in condizione di pagare tasse, quindi non mi conviene. Chi sa darmi consigli su come comportarmi in merito?
Grazie anticipatamente!!
Isil :
Puoi iscriverti quando vuoi. Ti consiglio di farlo solo quando necessario perchè dall'iscrizioni decorrono obblighi (pagare la tassa annuale), eventuale apertura p.iva per collaborazioni (tecnicamente i professionisti iscritti ad albi non possono lavorare a progetto, anche se molti studi adottano tale tipo di contratto) eventuale iscrizione inarcassa. Sono più i doveri che i vantaggi a mio avviso.
Ciao e in bocca al lupo.
mari :
Grazie, infatti immaginavo fosse così, solo che diventa tutto molto triste... superare tanti ostacoli e poi?? Non posso nemmeno permettermi il lusso( perchè ormai di lusso si tratta) di mettermi in regola!!! Fa niente, mi darò da fare comunque perchè a me non ha mai regalato niente nessuno!!
Paolo :
Ti consiglio di iscriverti comunque al più presto possibile all'Ordine (non aprendo per ora P.Iva). Questo perchè ti possono capitare dei lavoretti da fare con Prestazione occasionale in cui è richiesta almeno l'iscrizione all'Ordine. Ciao e .....in bocca al lupo.
Kia :
"Questo perchè ti possono capitare dei lavoretti da fare con Prestazione occasionale in cui è richiesta almeno l'iscrizione all'Ordine"

Paolo, ma ti rendi conto di cosa hai scritto?
La prestazione occasionale è incompatibile con l'iscrizione all'ordine (vedi legge Biagi) quindi come può essere richiesta "almeno" l'iscrizione all'ordine, se gli iscritti non li possono fare?
Kia :
x mari:
io ho aspettato più di due anni dall'abilitazione per iscrivermi. Ed è dipeso da tutte le considerazioni che bisogna fare prima di fare questo passo perchè poi una volta iscritto sei un professionista a tutti gli effetti e, lavorativamente parlando, ci sono questi due scenari:
1) iscritti all'ordine assunto come dipendente con contratto nazionale che fa solo ed esclusivamente il dipendente;
2) iscritto all'ordine che ha contratto da dipendente con contratto nazionale e in parallelo fa la libera professione con una sua p.iva e versamenti per i redditi da lavoro autonomo dei contributi alla gestione separata;
2) iscritto all'ordine con p.iva e iscritto a inarcassa;

Altre opzioni, rispetto a quelle elencate, al momento non mi vengono in mente...comunque una volat che ti iscrivi basta co.co.pro e collaborazioni occasionali, quindi pensaci bene.
Io, all'epoca, ho ritardato l'iscrizione perchè avevo un co.co.pro che continuavano a rinnovarmi e pagato non malissimo in uno studio. Dopo ho voluto cambiare e tutti gli studi con cui ho fatto colloquio volevano solo ed esclusivamente la p.iva e quindi l'ho aperta anche con la speranza di tirare su qualche lavoro mio.
Kia :
...scusate, volevo dire TRE scenari!sono proprio in pallone sta mattina!buon lavoro a tutti!!!
Ily :
Si può benissimo fare un cocopro a partire dal giorno prima dell'iscrizione, e portarlo a scadenza: io l'ho fatto e nessuno ha avuto niente da ridire.
Paolo :
Concordo pienamente con Ily.
Isil :
Il fatto che molti studi non rispettino i limiti imposti dalla legge per i cocopro non vuol dire che la cosa sia propriamente legale.
La mia opinione resta quella di ritardare perchè dall'iscrizione decorrono i tempi per alcune agolvazioni
a)In genere gli Ordini aumentano gradualmente la tassa annuale di iscrizione fino ad arrivare alla cifra di regime (a roma 209 euro dal 3° anno di iscrizione in poi, quest'anno visto che c'è la crisi ci hanno fatto lo sconto di 10 euro!)
b)Nello scenario 3 di Kia, dal momento dell'iscrizione decorrono i tempi per le agevolazioni inarcassa. Per 5 anni e fino ai 35 anni pagherai contributi previdenziali ridotti.
c)All'apertura della prima partita iva puoi godere per i primi 5 anni di una fortissima riduzione del carico fiscale.
L'importante è sapere a cosa si và incontro la scelta spetta a te.
Ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.