La ricostruzione dopo una catastrofe: da spazio in attesa a spazio pubblico pubblico

invio abstract entro il 28 febbraio 2013

Nel'ambito della II Biennale dello Spazio pubblico, che si terrà a Roma dal 16 al 19 maggio 2013, sarà organizzato un workshop sul tema: "La ricostruzione dopo una catastrofe: da spazio in attesa a spazio pubblico pubblico", in cui verranno discussi i contributi pervenuti al call for paper lanciato per l'occasione.

Il call for paper propone una riflessione sulle ricostruzioni post-disastro, quali alluvioni, terremoti, disastri naturali, particolarmente attente agli spazi pubblici. L'obiettivo è tracciare e scambiare buone pratiche in relazione ai temi della ricostruzione, ed al contempo elaborare principi che andranno a confluire nella Carta dello Spazio Pubblico che sarà presentata nell'ambito della Biennale.

Il tema in sintesi
Lo spazio pubblico in quanto luogo di socializzazione è uno degli elementi che offre qualità al progetto di territorio. E' un luogo dove le persone possono riconoscersi, orientarsi, radunarsi. E' uno spazio che può sottrarsi dalla cementificazione per aprirsi ad interpretazioni, usi, identità diverse. Luoghi vuoti perché distrutti da eventi catastrofici ri-assumono senso e valore nel momento in cui passano da spazi in attesa a spazi pubblici, restituendo brani di territorio alla città.

Dal call ci si aspetta non solo l'illustrazione della produzione di spazio pubblico in ricostruzioni emblematiche ma anche in quei territori interessati da nuove legislazioni o studi in materia di disastri ambientali (ad esempio in Emilia, Abruzzo, Liguria, Italia, ma anche nel mondo) che accanto all'obiettivo prioritario della ricostruzione delle residenze, fanno registrare una forte attenzione al tema dello spazio pubblico, anche in funzione della qualità e complementarietà dei servizi di prossimità e dei servizi pubblici su scala urbana.

Destinatari
In tale contesto il call che si intende sottoporre è rivolto a studiosi, curiosi, tecnici, amministratori di diverse aree disciplinari che intendono presentare uno specifico sguardo rispetto ai luoghi interessati da ricostruzioni post-disastro particolarmente attente agli spazi pubblici.

I contributi finali selezionati saranno pubblicati su un dossier di "Urbanistica Informazioni". e/o esposti nella mostra che si terrà nella sede della Biennale.

Scadenze: 

  • 28 febbraio 2013 invio dell'abstract del proprio contributo di 2000 caratteri spazi inclusi all'indirizzo e-mail ricostruzione@biennalespaziopubblico.it, specificando nome, ente, e-mail e se si intende presentare paper o progetto.
  • 15 marzo 2013 comunicazione di accettazione da parte dei curatori del workshop e tipologia di elaborato da presentare (poster per la mostra o presentazione orale).
  • 15 aprile 2013 invio contributi di non oltre 20000 caratteri (spazi inclusi) e una immagine per i paper e non oltre 9000 caratteri (spazi inclusi) e due immagini per i progetti, oppure poster secondo il format che sarà inviato.

Tutte le info suwww.biennalespaziopubblico.it/2012/10/31/call-ricostruzione/

pubblicato in data: