Napoli, metro dell'arte: al via il concorso per progettare l'uscita "Sanità" all'interno dell'ex rifugio antiaereo

concorso a procedura aperta con preselezione

Candidature entro il 18 settembre 2018

Invitalia - Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, per conto del Comune di Napoli, ha bandito un concorso in due gradi per realizzare una nuova uscita della stazione Materdei della metropolitana dell'arte (linea 1). L'intervento ha un contenuto «altamente ingegneristico e architettonico», si legge nel disciplinare. La nuova uscita dovrà servire una zona ad altissima densità abitativa quale il quartiere Sanità.

L'opportunità di realizzare una seconda uscita della stazione Materdei è offerta dal riutilizzo di una estesa cavità tufacea, lunga circa 120 metri, realizzata nel 1761 e successivamente usata come rifugio antiaereo nella Seconda Guerra mondiale. Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di 5 milioni e 430mila euro, al netto dell'Iva.

Il concorso di progettazione è finanziato con fondi Fsc 2014-2020 del Patto per la Città di Napoli per 6,9 milioni di euro.

Il secondo grado basato sul nuovo documento di fattibilità delle alternative progettuali

Il concorso di progettazione è articolato in due gradi, a procedura aperta, ed in forma anonima. Oggetto del concorso di progettazione è l'acquisizione, in un primo grado, di proposte ideative e, in un secondo grado, di un documento di fattibilità delle alternative progettuali, con la conseguente individuazione del soggetto vincitore a cui affidare la redazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.

In particolare, il concorso sfrutta la possibilità, introdotta dal correttivo al nuovo Codice dei contratti, di arrivare alla definizione del progetto di fattibilità tecnica ed economica attraverso due fasi. La prima fase - che impegna tutti i concorrenti - riguarda l'analisi e l'individuazione delle possibili alternative progettuali; la seconda - riservata al solo vincitore - prevede l'elaborazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica vero e proprio.

I contenuti del documento di fattibilità delle alternative progettuali dovevano, però, essere dettagliati attraverso un decreto del ministero delle Infrastrutture, non ancora emanato.

Per approfondire si rimanda all'articolo: 
Concorsi di progettazione e di idee: con il Correttivo al Codice degli appalti arriva il progetto di fattibilità in due fasi

La preselezione 

Per poter partecipare gli interessati dovranno superare una fase di preselezione propedeutica all'ammissione al primo grado del concorso. In questa fase gli aspiranti concorrenti dovranno presentare una domanda di ammissione al concorso ed un dossier di presentazione. Le manifestazioni di interesse saranno valutate dal seggio di gara, secondo i criteri indicati nel disciplinare. Riceveranno l'invito a partecipare al primo grado tutti gli operatori economici che raggiungeranno almeno il punteggio minimo di 60 punti su 100.

Premi

Il vincitore del concorso riceverà a titolo di premio 28.943,40 euro (al netto dell'Iva e di ogni altro onere di legge) corrispondente all'importo stimato per il progetto di fattibilità tecnica ed economica. Non sono previsti ulteriori premi o compensi, anche a titolo di rimborso spese, a favore degli altri concorrenti.

L'importo relativo al primo premio verrà liquidato per una quota pari al 50% all'atto della proclamazione del vincitore e, per la restante quota del 50%, alla definizione della prestazione del progetto di fattibilità tecnico-economica.

La stazione appaltante si riserva di affidare al vincitore del concorso l'esecuzione delle indagini previste nell'ambito del documento delle alternative progettuali proposto dallo stesso vincitore. Entro il termine massimo di 60 giorni dall'esito positivo della Conferenza preliminare di servizi, al vincitore del concorso la stazione appaltante si riserva di affidare - dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti - l'incarico per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva, con procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando, per un corrispettivo pari ad euro 297.190,36, Iva esclusa.

Il vincitore del concorso, singolo o in raggruppamento, qualora incaricato della progettazione, può ricorrere all'istituto dell'avvalimento per soddisfare la richiesta dei requisiti di capacità economica e finanziaria e di capacità tecnica e professionale.

La piattaforma telematica

Il concorso si svolge attraverso procedura telematica. Il termine per il ricevimento delle candidature scade alle ore 10:00 del giorno 18 settembre 2018. L'invio avviene tramite sistema telematico, all'indirizzo gareappalti.invitalia.it, previa registrazione e abilitazione.

La documentazione di gara è disponibile all'indirizzo: gareappalti.invitalia.it

pubblicato in data: