Genova «Il parco del ponte»

concorso di progettazione - procedura aperta - in due gradi

Consegna 1a fase entro il 10 giugno 2019

Entra nel vivo il concorso internazionale di progettazione voluto dal Comune di Genova per avviare il processo di rigenerazione urbana, sociale e ambientale della Val Polcevera, l'area segnata drammaticamente dalla tragedia del 14 agosto del 2018 con il crollo del viadotto.

Sul sito del Comune - il  30 aprile - è stato pubblicato il disciplinare del concorso  per il masterplan di rigenerazione del quadrante Polcevera (Ambito A - circa 680.000 mq) e lo studio di fattibilità del grande parco urbano nel contesto del nuovo ponte (Ambito B - circa 120.000 mq) con servizi sportivi, luoghi di aggregazione, passerelle pedonali, memoriale, etc.

L'ambito di intervento comprenderà in particolare le seguenti porzioni di tessuto urbano: 1) Parco produttivo; 2) Quartiere e Piazza; 3 ) Boulevard: Via Fillak; 4) Parco panoramico del Campasso; 5) La collina: quartieri collinari.

Il progetto urbanistico/edilizio dovrà contenere soluzioni orientative in merito:

  • al sistema degli spazi, dei servizi pubblici, con particolare attenzione al disegno del verde, degli spazi attrezzati e delle funzioni qualificanti i nuovi spazi pubblici e le porzioni di quartiere limitrofo;
  • al sistema delle connessioni e dell'accessibilità, al sistema viario, ciclo-pedonale e del trasporto pubblico, da prevedere in modo integrato con il complesso degli spazi pubblici ed edificabili, e sostenibile sotto il profilo ambientale e dei costi;
  • all'assetto morfologico e insediativo, con particolare riguardo al rapporto con il contesto circostante e alle connessioni con i luoghi e i sistemi qualificanti del settore urbano in cui si inseriscono;
  • alla fattibilità per fasi, indicando soluzioni sostenibili per tutto il corso del processo di attuazione e ipotesi di flessibilità;
  • a sotto ambiti o lotti funzionali di intervento inerenti i progetti edilizi, urbanistici e paesaggistici di iniziativa pubblica, privata o mista da assoggettare a future progettazioni e procedure concorsuali;

Per partecipare al concorso e/o sviluppare i successivi livelli di progettazione, i team dovranno avere le seguenti distinte figure professionali: › architetto esperto in progetti urbani (coordinatore del gruppo di progetto); › esperto in progetto di paesaggio; › esperto in valutazione economica di trasformazioni urbane; › esperto in temi energetici e di riqualificazione ambientale; › agronomo; › geologo; › artista; › due professionisti laureati abilitati da meno di cinque anni all'esercizio della professione; › esperto in processi partecipativi.

Premi e rimborsi spese

- 1° classificato: 50.000,00
- 2° classificato: 30.000,00
- Rimborsi spese dal 3° al 6° classificato: 25.000,00

L'importo del premio al vincitore costituisce anche acconto sul corrispettivo per il progetto di fattibilità tecnica ed economica che gli verrà affidato successivamente.

Disciplinare

La documentazione completa della procedura, che sarà espletata in modalità completamente telematica sulla piattaforma del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, sarà disponibile a partire dal 6 maggio all'indirizzo concorsiawn.it/ilparcodelponte 

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: