Life beyond plastic. 3 giovani artisti per realizzare installazioni sull'inquinamento da plastica nei mari

open call per artisti under 40

Candidature entro il 15 novembre 2019

Istituto Oikos, HelpCode Italia, Acquario di Genova e Comune di Milano, insieme con MUSE - Museo delle Scienze di Trento, hanno lanciato l'open call Life Byond Plastic per selezionare tre giovani artisti under 40 a cui commissionare la realizzazione di tre installazioni d'arte pubblica da esporre nel 2020 a Milano, Trento e Genova.

L'installazione proposta dovrà avere come tema di base "l'inquinamento da plastica nei mari" e dovrà essere progettata e pensata per essere collocata in uno dei tre specifici siti di progetto:

  • piazza XXIV maggio a Milano - 2 settimane a inizio giugno 2020
  • MUSE - Museo delle Scienze di Trento - 3 mesi a partire da febbraio 2020
  • l'Acquario di Genova - 5 mesi a partire da febbraio 2020.

Gli autori delle 3 proposte selezionate parteciperanno ad una residenza artistica preparatoria alla realizzazione della propria idea e riceveranno un contributo di 8.000 euro per l'ideazione, la realizzazione e l'allestimento dell'opera nella sede prescelta.

Partecipazione

Il bando è destinato agli artisti under 40 residenti in Italia. 
Ogni artista o collettivo potrà presentare un'idea di progetto relativa alla venue di Genova, Milano o Trento.

Giuria

  • Presidente della giuria - Stefano Boeri, architetto, urbanista, teorico dell'architettura da sempre attento a porre al centro del proprio lavoro le implicazioni ambientali dei fenomeni urbani
  • Direttore artistico - Maria Cristina Finucci, un'artista che con il suo lavoro ben rappresenta l'importanza che l'arte contemporanea ha assunto in questi anni nella sensibilizzazione dei cittadini sulle tematiche dell'inquinamento da plastica nei mari. 
  • Marco Faimali, ricercatore responsabile del Laboratorio di Biologia Marina della Sezione di Genova di ISMAR (CNR).
  • Roberta Parodi, responsabile Qualità esperienza di visita e Servizi Educativi dell'Acquario di Genova. 
  • Iolanda Ratti, conservatrice del Museo del Novecento di Milano. 
  • Vincenzo Venuto, biologo e divulgatore scientifico. 
  • Lorenzo Facchinelli, artista e curatore, membro del collettivo d'arte contemporanea Mali Weil con base a Trento.
  • David Tombolato, curatore della galleria permanente della Sostenibilità e coordinatore dei progetti connessi ai temi dell'Agenda 2030 presso il MUSE.

Premi

La giuria selezionerà una proposta per ognuna delle tre sedi di concorso.

Agli autori dei tre progetti selezionati verrà offerta la possibilità di realizzare la propria opera e di partecipare a una residenza artistica e di ricerca funzionale alla finalizzazione dell'idea progettuale.

  • Ad ognuno degli artisti o collettivo di artisti selezionati sarà corrisposto un contributo economico onnicomprensivo per l'ideazione, la realizzazione e l'allestimento dell'opera nella sede prescelta, ivi compresi i costi sostenuti dall'artista per materiali, viaggi e trasporto dell'opera verso e da la sede espositiva di € 8.000.
  • Le spese relative alla partecipazione degli artisti alla settimana di residenza saranno invece coperti dagli enti promotori che forniranno vitto e alloggio e il rimborso delle spese di viaggio sul territorio nazionale.
  • Oltre al contributo per la realizzazione dell'opera e alla copertura delle spese relative alla residenza, sarà cura degli enti promotori fornire agli artisti l'assistenza tecnica e l'assicurazione delle opere durante il periodo di esposizione per un valore di € 8.000.

Iscrizione

I progetti devono essere inviati insieme con il modulo di partecipazione, curriculum vitae e portfolio entro il 15 novembre 2019, tramite email all'indirizzo bando.plastica@muse.it.

Bando

Maggiori informazioni:
www.istituto-oikos.org

pubblicato in data: