Natura, sport e cultura per valorizzare e riqualificare il parco fluviale del Sangone

concorso internazionale di idee - procedura aperta - un grado

Consegna entro il 13 maggio 2021

Il Comune di Beinasco (TO) in collaborazione con la Fondazione per l'Architettura Torino ha bandito un concorso internazionale di idee per lo studio paesaggistico del territorio in prossimità del Torrente Sangone, punto di interesse e di sviluppo di itinerari turistici e naturalistici.

Con il concorso si intende riqualificare il riverfront del Sangone attraverso il progetto di un parco urbano fluviale che costituisca una fascia verde dotata di attrezzature ludiche e sportive per la cittadinanza, collegate tra loro e con il torrente da percorsi ciclo-pedonali.

In questo modo l'area, parte dimenticata della città, attraverso la valorizzazione diventerebbe fruibile sia dagli abitanti che dai turisti. Sarà necessario prestare molta attenzione al sistema delle aree verdi urbane, garantendo la massima accessibilità e la configurazione di una "rete" che permetta la creazione di percorsi di connessione.

Sarà, inoltre, possibile prevedere la localizzazione di un complesso destinato a fattoria didattica, correlato ad un parco tematico delle attività agricole, nel rispetto dei vincoli di PRGC esistenti.

I progetti saranno valutati sulla base di qualità, originalità, innovazione e flessibilità della proposta [fino a 20 punti], sostenibilità tecnica, viabilità, connessione con il contesto e capacità di innescare processi di rigenerazione sociale [fino a 20 punti], inserimento di elementi di progettazione urbana per la fruibilità del parco [fino a 25 punti], soluzioni per il collegamento con il contesto limitrofo [fino a 15 punti], costi dell'intervento e di manutenzione e rispetto dei vincoli esistenti [fino a 10 punti], Criteri Ambientali Minimi [fino a 10 punti]

Requisiti di partecipazione

Il concorso è aperto ad architetti e ingegneri - singoli o in gruppo - iscritti ai relativi albi professionali, Società di Ingegneria, S.T.P., Consorzi e G.E.I.E. iscritti nel registro tenuto dalla Camera di Commercio e raggruppamenti temporanei e raggruppamenti temporanei di professionisti, che dovranno prevedere un giovane professionista, in qualità di progettista, abilitato alla professione da meno di 5 anni.

Giuria

  • arch. Enrica Sartoris, Dirigente rappresentante della Stazione Appaltante (Presidente)
  • arch. Marina Bonaudo, rappresentante della Regione Piemonte
  • arch. Sabrina Ricca, esperto in pianificazione del paesaggio, individuato dall'Ordine Architetti Torino
  • arch. Romana Granata, esperto in urbanistica, individuato dall'Ente banditore
  • arch. Davide Gatti, esperto dell'oggetto del concorso, Funzionario dall'Ente banditore

Premi

Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e l'attribuzione dei seguenti premi:

  • 1° classificato: 5.000 euro
  • 2° classificato: 3.000 euro
  • 3° classificato: 2.000 euro 

Bando e documentazione
[ concorsiarchibo.eu ]

pubblicato in data: