Milano, micro architetture smart e innovative per il BAM, giovani progettisti in campo per dotarlo dei migliori progetti

concorso di progettazione - due gradi - per under 40

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro l'8 luglio 2021

La Fondazione Riccardo Catella - gestore culturale del Parco Biblioteca degli Alberi Milano "BAM" e degli spazi pubblici adiacenti di Porta Nuova - ha lanciato un concorso di progettazione per dotare il polmone verde di Porta Nuova dei migliori progetti su alcune infrastrutture che permetteranno una fruizione di maggiore qualità al fine di  rappresentare un modello progettuale virtuoso per la vitalità e fruibilità degli spazi pubblici, un punto di riferimento globale per un modello di città tangibile e incentrato sulle persone, basato su un ambiente flessibile e in trasformazione.

La partecipazione è riservata agli architetti e ingegneri di un'età pari o inferiore a 40 anni.

Tre le categorie progettuali da affrontare:

  • 1. un punto di ristoro e servizi igienici pubblici da collocare all'interno del Parco Biblioteca degli Alberi;
  • 2. un modello tipologico di chiosco polivalente adibito alla somministrazione di food & beverage e/o alla vendita di merchandising, da replicare inizialmente in due aree all'interno del Parco Biblioteca degli Alberi;
  • 3. un modello tipologico di Pop-Up Shop all'interno di piazza Gae Aulenti e spazi pedonali limitrofi nell'area di Porta Nuova.

Per garantire un approccio unitario i progettisti dovranno presentare una proposta progettuale per ciascuna categoria. Le strutture dovranno essere progettate tenendo conto dei seguenti obiettivi:

  • massima connessione con gli elementi naturali e architettonici del Parco e sinergia con i flussi ciclopedonali dell'area di Porta Nuova;
  • alta qualità della proposta architettonica in termini di sostenibilità ambientale e iconicità;
  • engagement con la community (lavoratori, residenti, turisti etc.) di Porta Nuova, enfatizzando il ruolo del Parco e degli spazi pubblici del quartiere come punti di riferimento culturali, di intrattenimento e di aggregazione sociale per Porta Nuova e per la città di Milano;
  • attenzione verso una sperimentazione di architetture temporanee, smart e innovative per stimolare la curiosità dei cittadini.

Tipo di procedura - criteri di valutazione prima fase

La procedura concorsuale è articolata in due gradi.

  • Il primo grado, in forma anonima, è finalizzato a selezionare le cinque migliori proposte, per ciascuna delle categorie (1, 2 e 3) da ammettere al secondo grado. Una proposta progettuale potrà essere selezionata per anche più di una categoria.
  • il secondo grado, anch'esso in forma anonima, è finalizzato a individuare la migliore proposta progettuale per ogni categoria tra quelle selezionate nel primo grado.

L a scelta delle proposte progettuali che saranno ammesse al secondo grado del concorso verrà svolta sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

  • 1. Qualità dell'inserimento ambientale e dell'approccio al tema in generale;
  • 2. Qualità del progetto per ciascuna categoria in relazione alla composizione ed al linguaggio architettonico fisici e percettivi;
  • 3. Grado di rispondenza del progetto agli obiettivi del DPP, anche in riferimento alla pluralità, flessibilità ed integrazione delle funzioni previste;
  • 4. Impatto tecnologico e sostenibile riferito alla produzione dei materiali costruttivi, al processo realizzativo e alla funzionalità

Requisiti di partecipazione

Il concorso è aperto agli architetti e ingegneri con età uguale o inferiore a 40 anni iscritti nei rispettivi Ordini professionali o nei Registri professionali dei paesi di appartenenza e abilitati all'esercizio della professione.

Si può partecipare singolarmente o in raggruppamenti.

Premi e rimborsi

Per ciascuna delle tre categorie:

  • il vincitore riceverà un premio di 4.000 euro
  • al secondo classificato è riconosciuto un premio di 2.500 euro
  • al terzo classificato è riconosciuto un premio di 1.000 euro

gli importi sono al netto di IVA e ogni altro onere di legge

L'Ente banditore si riserva di avviare con i vincitori di ciascuna categoria, le successive fasi di progettazione relative alla proposta progettuale del Concorso. In caso di mancato affidamento delle successive fasi progettuali, al/ai vincitore/i verrà garantita comunque la Supervisione Artistica delle fasi successive progettuali e della fase realizzativa dell'intervento.

Bando e documentazione
[ concorsofondazionericcardocatella.concorrimi.it ]