Rigenerazione urbana del centro storico di Celano

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase sentro il 26 luglio 2022

"Dovrà essere una rigenerazione rispettosa dell'edilizia storica, dei materiali, dei monumenti e dei luoghi esistenti quella che trasformerà piazza 4 Novembre in una piazza dinamica attraente e attrattiva per cittadini e i turisti" queste le parole del Sindaco di Celano in occasione della presentazione del concorso di progettazione finanziato attraverso il "Fondo concorsi progettazione e idee per la coesione territoriale" il cui bando è stato da poco pubblicato in Gazzetta.

A circa 850 metri di altitudine sul territorio della Marsica in Abruzzo, il Comune di Celano si erge sulla piana del Fucino con il suo castello (1392), trasformato da Antonio Todeschini Piccolomini nel 1463 in palazzo residenziale fortificato, e riconosciuto monumento nazionale italiano fin dal 1893.

Il suo nucleo storico ruota intorno a questa preziosa 'emergenza'.

Quattro gli obiettivi che le proposte progettuali dovranno conseguire:

  • a. Individuare una strategia di rigenerazione dell'area che comprende piazza IV Novembre in correlazione a piazza Aia, Corso Umberto e l'area del Castello e di Dietro Castello, tale da formare una programmazione di lavori pubblici relazionata con politiche turistiche, sociali, economiche e culturali, con soluzioni compatibili con gli strumenti urbanistici pur con modeste varianti.
  • b. Ridisegnare gli spazi di piazza IV Novembre, studiando la possibilità di ridurre il protagonismo delle auto e valorizzando la relazione con gli itinerari verso l'acropoli attorno al Castello trecentesco Piccolomini, rinnovando anche gli elementi di arredo, di pavimentazione, di illuminotecnica e di eventuali sottoservizi, ove necessario.
  • c. Creazione di una maggiore correlazione e interconnessione funzionale tra piazza IV Novembre, piazza Aia, Corso Umberto e l'area del Castello, che rappresentano i poli principali della vita quotidiana celanese, aumentando gli spazi per parcheggi in piazza Aia e la possibilità di salire a piedi dall'Aia al Castello, rapidamente e senza fatica specialmente per le persone con problemi di mobilità (anche con la realizzazione di una soluzione semplice ed economica mediante una risalita meccanica di un ascensore panoramico), sia per i turisti che per i celanesi (In questo modo, si potrebbe ravvivare l'uso della passeggiata attorno al Castello e far conoscere le bellezze dell'acropoli favorendo il turismo ed il commercio locale).
  • d. Valorizzazione del collegamento di piazza IV Novembre lungo Corso Umberto verso l'anello viario attorno al Castello con ritorno in piazza IV Novembre da via Supportico Magnante e via L. Giuliani, compresi i collegamenti trasversali di via S. Giovanni, razionalizzando gli spazi per la viabilità e parcheggi, in modo da creare le condizioni per un uso pedonale più sicuro ed ecologico, e, ove necessario, rinnovando anche gli elementi di arredo, di pavimentazione, di illuminotecnica e di eventuali sottoservizi.

Il costo stimato per la realizzazione delle opere comprensivo degli oneri della sicurezza, è di € 3.750.000, al netto di I.V.A.


il borgo storico di Celano e il castello Piccolomini | foto di  Gabriele Marcelli , CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Procedura concorsuale

Il concorso di progettazione è procedura aperta e si svolgerà, in forma gratuita e anonima, esclusivamente con modalità telematica sulla piattaforma.concorsidiprogettazione.it

È prevista una prima fase di elaborazione dell'idea progettuale. Accederanno alla seconda fase di sviluppo progettuale le migliori dieci proposte con un punteggio di almeno 60 punti.

Elaborati richiesti 1° grado

      • 3 tavole formato A1 con tecnica rappresentativa libera in bianco e nero o colori, stampa su una sola facciata, contenente la rappresentazione dell'idea progettuale, mediante schemi planimetrici, schemi funzionali e rappresentazioni tridimensionali degli spazi (realizzate mediante rendering).
      • una relazione descrittiva che metterà in evidenza i concetti espressi graficamente, massimo 4 facciate formato A4
      • una stima di massima del costo complessivo dei lavori (preferibilmente dedotta dal Prezzario regionale d'Abruzzo vigente), al netto di IVA, degli interventi previsti dal progetto architettonico.

Criteri di valutazione 1° grado

      • Qualità urbanistica | fino a 25 punti
      • Qualità architettonica | fino a 25 punti
      • Aspetti funzionali e relazionali | fino a 25 punti
      • Aspetti costruttivi ed economici: | fino a 25 punti

Premi

• al primo classificato € 20.000 per il progetto di fattibilità
• Eventuali premii riconosciuti agli altri concorrenti, comprensivo degli oneri previdenziali e al netto di IVA €: 15.000 al secondo classificato e € 10.000 al terzo classificato.

Valore stimato per l'eventuale affidamento dei successivi livelli di progettazione, comprensivo degli oneri previdenziali e al netto di IVA € 419.055,00

Bando e documentazione