Ettore Sottsass al Fuorisalone 2018!

Il design di uno dei designer italiani più celebri e conosciuti al mondo in mostra da LAMARI Creative Shopping

Di Chiara Mattavelli

Figura eclettica e poliedrica, Ettore Sottsass è considerato uno dei personaggi più significativi e anticonformisti del design del secolo passato.

Nato a Innsbruck nel 1917, ma cresciuto a Torino, è stato un artista dai molteplici interessi, svolgendo la sua ricerca e le sue esperienze in campi diversi dell’espressione.

Ma è soprattutto nella progettazione dei mobili che la forza innovativa dell’ingegno di Sottsass non conosce ostacoli, facendo dell’architetto una figura centrale del design internazionale.

In anticipo sugli anni della contestazione, egli aveva indicato il design come strumento di critica sociale, aprendo la via alla grande stagione del radical design (1966 – 1972) e all’affermazione della necessità di una nuova estetica: più etica, sociale, politica.

A questo proposito non si può quindi non citare Memphis, gruppo fondato dallo stesso Sottsass insieme ad alcuni amici-architetti di caratura internazionale nei primi anni Ottanta e che ha rivoluzionato la logica creativa e commerciale del mondo del design.

Memphis dona agli oggetti uno spessore simbolico, emotivo e rituale. Il principio alla base di mobili assurdi e monumentali è l’emozione prima della funzione.

Questi mobili, disegnati tra il 1981 e il 1985, sono tra i suoi progetti più noti, vere icone della modernità.

Per Sottsass “fare design” significa avvicinarsi il più possibile ad uno stato antropologico delle cose, il quale, a sua volta, deve essere il più vicino possibile al bisogno che la società ha di un’immagine di se stessa. Un design in grado di adattarsi al meglio alla società stessa, magari accelerandola, magari confrontandola, magari ironizzandola, magari andandoci d’accordo.

“.. Per me, il design è un modo di discutere la vita. È un modo di discutere la società, la politica, l’erotismo, il cibo e persino il design. Infine, è un modo di costruire, una possibile utopia figurativa o di costruire una metafora della vita. Certo, per me il design non è limitato dalla necessità di dare più o meno forma a uno stupido prodotto destinato a un’industria più o meno sofisticata; per cui, se devi insegnare qualcosa sul design, devi insegnare prima di tutto qualcosa sulla vita e devi insistere anche spiegando che la tecnologia è una delle metafore della vita”.

A cent’anni dalla sua nascita, numerosi gli omaggi e gli eventi a lui dedicati, tra i quali quello organizzato da theinteriordesign.it, in collaborazione con Il Mondo del Vetro, che insieme hanno dato vita ad un percorso espositivo dinamico all’interno de LAMARI Creative Shopping, il nuovo concept store nato per creare un dialogo tra brand innovativi di moda, artisti e designer. Percorso che sarà aperto anche in occasione del Fuorisalone 2018, dal 17 al 22 aprile, e dove sarà possibile ammirare una serie delle sue più celebri creazioni riconoscibili dall’uso di colori esplosivi, audaci asimmetrie e dai suoi mobili verticali come totem.

Vi aspettiamo quindi in via Alfredo Cappelini, 20 a Milano!

INFO: TID The Interior Design

PHOTO COURTESY: Il Mondo del Vetro

pubblicato in data:
ultimo aggiornamento:

Ettore Sottsass Il Mondo del Vetro LAMARI Creative Shopping Memphis prodotti totem