ProGettare Smart Cities 2017: trasformare la ricostruzione nei territori colpiti dal terremoto

Master universitario di II livello

L'Università degli Studi di Perugia presenta la seconda edizione del Master ProGettare Smart Cities, che quest'anno riparte dalle zone colpite dal sisma, nel Centro Italia, e si pone come obiettivo quello di formare figure professionali capaci di proporre una riqualificazione e una ricostruzione di città intelligenti, in ottica Smart City.

domanda di ammissione entro il 18 aprile 2017

formazione & corsi

domanda di ammissione entro il 18 aprile 2017

L'Università degli Studi di Perugia presenta la seconda edizione del Master ProGettare Smart Cities, organizzato in collaborazione con Siemens e Regione Umbria, che quest'anno ha come principale obiettivo quello di fornire soluzioni che rispondano alla riqualificazione e al rilancio economico e turistico delle aree colpite dal terremoto, nel Centro Italia, in ottica Smart City. 

L'intenzione è quella di superare l'idea di una prevenzione relativa esclusivamente alla vulnerabilità edilizia, anche se occorre affrontarla tecnicamente con approcci scientifici e rigorosi, com'è avvenuto in Umbria dopo il sisma del '97, per orientarsi verso un totale coinvolgimento del sistema territoriale. Non occorre, pertanto, conservare semplicemente le identità locali, le culture millenarie, laiche e religiose, che hanno disegnato grandi architetture, ma saper operare in un contesto capace di scongiurare il rischio dello spopolamento, soprattutto per le aree più interne, quelle composta da piccoli centri storici.

Il Master intende formare una nuova figura professionale esperta nella progettazione architettonica e urbana e nelle tecnologie al servizio di ambienti e città intelligenti, facendo particolare riferimento all'efficienza energetica e alla riduzione dell'impatto ambientale delle strutture urbane complesse, all'applicazione di tecnologie informatiche utili a migliorare la gestione degli ambienti quotidiani, al concetto di rigenerazione del patrimonio edilizio esistente, storico e recente, e alla mitigazione dei rischi ambientali.

Il professionista sarà attento a sviluppare un approccio progettuale consapevole e intelligente attraverso l'integrazione di soluzioni altamente innovative nel campo del building automation, della mobilità a basso impatto ambientale, dell'applicazione di sistemi energetici avanzati, dell'ITC (Innovation and Communication Technology) e dell'analisi della fattibilità economica. Sarà, infine, capace di individuare le risorse finanziarie legate alla fattibilità dei progetti.

Il Master

Il Master sarà articolato intorno a un Laboratorio progettuale che, quest'anno, avrà come tema l'avanzamento di proposte utili a fornire soluzioni per la riqualificazione e il rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal terremoto.

Il corso vuole puntare sulla trasformazione della ricostruzione attraverso un progetto di sviluppo territoriale che sia in grado di coniugare sicurezza, benessere, accessibilità, inclusione sociale, efficienza e produzione locale. La dotazione dei servizi per le nuove popolazioni che potrebbero stabilirsi in quella zona dovrà diventare buona regola per dare vita a una smart land.

Partecipazione 

L'accesso al Master è riservato ai possessori di laurea magistrale in Ingegneria Industriale, Ingegneria dell'Informazione, Ingegneria dei Sistemi Edilizi, Architettura del Paesaggio, Ingegneria Civile, Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio, Architettura e Ingegneria Edile-Architettura, Pianificazione Territoriale. 

Il corso è aperto ad un numero massimo di 30 partecipanti. Il numero minimo di partecipanti è pari a 10.

Iscrizione e costi

La domanda di ammissione, comprensiva di tutta la documentazione richiesta, dovrà pervenire entro il 18 aprile 2017.

La consegna potrà avvenire presso il front-office dell'Università di Perugia, attraverso l'invio a mezzo posta all'indirizzo indicato nel bando o per trasmissione via pec all'indirizzo protocollo@cert.unipg.it

I candidati saranno selezionati sulla base dei titoli e del colloquio orale.

Gli ammessi dovranno far pervenire il modulo di immatricolazione entro il 10 maggio 2017 attraverso consegna diretta o spedizione tramite raccomandata A/R agli indirizzi specificati nel bando o a mezzo fax ai numeri indicati. 

La tassa di immatricolazione al Master è fissata in 3.500 euro.

Sarà possibile frequentare il corso anche in qualità di uditori pagando una quota di iscrizione pari a 800 euro.

Borse di studio

Sono previste 10 borse di studio di 1.500 euro ciascuna

Se il numero delle domande supererà quello minimo dell'attivazione ma non quello massimo di iscritti pari a 30 persone, l'assegnazione delle borse avverrà sulla base di una selezione. 

Crediti formativi professionali

Gli Architetti che parteciperanno al Master avranno diritto al riconoscimento di 15 cfp

Regolamento

Per maggiori informazioni visitare www.unipg.it oppure scrivere a ufficio.concorsi@unipg.it.  

pubblicato in data: