testo a cura di

L'aggiornamento professionale necessario per i Coordinatori Sicurezza in Cantiere e per tutte le altre figure in qualsiasi modo preposte alla sicurezza in cantiere è una materia particolarmente delicata e pertanto normata in maniera particolarmente ampia dal Testo Unico per la Salute e Sicurezza sul lavoro (d.lgs. 81/08).

Aggiornamento professionale per i Coordinatori Sicurezza: la ratio della norma

I cantieri temporanei e mobili, ovvero quei luoghi dove vengono provvisoriamente svolti lavori di costruzione, demolizione, manutenzione o ristrutturazione di opere edilizie, sono i luoghi di lavoro dove più facilmente si può incorrere in incidenti che mettono a rischio la sicurezza dei lavoratori.

Per tali motivi, il Testo Unico per la Sicurezza sul lavoro individua diverse figure indispensabili che possano farsi carico dell'analisi e della prevenzione dei rischi, della corretta organizzazione del Cantiere, della predisposizione dei Dispositivi di Protezione personale e della redazione di piani di Sicurezza. Sempre secondo la normativa, tali figure sono obbligate a seguire periodicamente percorsi di formazione e aggiornamento per acquisire e mantenere la propria qualifica e per incrementare le proprie conoscenze e competenze.

Inoltre, a causa del variare di diversi fattori come le tecniche costruttive e i materiali usati o altri eventi straordinari, come l'ultima pandemia Covid-19, i rischi che possono incorrere sul cantiere sono in continua evoluzione. Alla luce di questo, si capisce come sia fondamentale il continuo Aggiornamento Professionale per i Coordinatori Sicurezza in Cantiere e le relative figure preposte, in modo che essi siano in grado, prima di tutto, di effettuare una corretta valutazione a priori dei rischi che possono incorrere sul luogo di lavoro e, successivamente, di mettere in atto tutte quelle misure atte alla prevenzione di tali rischi.

Aggiornamento professionale per i Coordinatori Sicurezza: le figure coinvolte

Prima di entrare nel dettaglio della normativa riguardante l'Aggiornamento professionale per i Coordinatori Sicurezza in Cantiere, andiamo ad individuare quali sono le figure per cui tale aggiornamento è obbligatorio a norma di legge e quali sono i loro compiti specifici: 

  • Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP). È una figura sempre presente che si occupa della prevenzione dei rischi e ha come compiti principali quello di redigere il Documento di Valutazione dei Rischi (DUVRI) e i relativi piani di emergenza e quello di formare e attrezzare i lavoratori sul campo; 
  • Il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP). È una figura che funge da collegamento tra il committente e la ditta esecutrice, e che già nella fase di progettazione predispone appositi fascicoli informativi e il Piano di Sicurezza e di Coordinamento (PSC) per individuare e prevedere i possibili rischi che si presenteranno in cantiere;
  • Il Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE). È una figura che viene nominata solo in presenza di più imprese esecutrici e che si occupa di vigilare sull'andamento dei lavori e sul corretto utilizzo delle misure e delle attrezzature di prevenzione previste dai diversi Piani di sicurezza, segnalando prontamente qualsiasi anomalia;
  • Il Preposto. È una figura che funge da collegamento tra il Coordinatore Sicurezza e i lavoratori, di solito coincide con il "capo cantiere", e ha, a norma di legge, il "potere di iniziativa", ovvero l'effettiva autorità per coordinare e supervisionare il lavoro dei diversi addetti presenti in cantiere.

Aggiornamento professionale per i Coordinatori Sicurezza: come funziona

Per tutte queste figure chiave del cantiere è previsto dal d.lgs 81/08 che essi partecipino obbligatoriamente a dei percorsi di Aggiornamento Professionale per i Coordinatori Sicurezza a cadenza regolare.

In particolare, essi sono obbligati a completare 40 ore di formazione sui temi della Sicurezza ogni 5 anni, al fine di mantenere la qualifica acquisita. L'obbligo di formazione incorre, infatti, a partire dal quinto anno successivo all'ottenimento della qualifica di RSPP, CSP, CSE o preposto.

La formazione può essere svolta sia in modalità e-learning che in presenza e il mancato raggiungimento della soglia delle 40 ore durante il quinquennio comporta la perdita della qualifica acquisita e l'impossibilità di continuare a svolgere il proprio lavoro quale figura preposta alla Sicurezza in cantiere.

Il raggiungimento della soglia delle 40 ore previste a norma di legge deve essere autocertificato tramite Attestato Finale di Partecipazione al percorso formativo scelto che deve essere in qualsiasi momento a disposizione del preposto per poterlo presentare in caso di eventuali controlli.

Ti informiamo che GoPillar Academy mette a disposizione per i lettori di professionearchitetto il percorso di Aggiornamento per Coordinatori Sicurezza in Cantiere, RSPP, CSP, CSE e preposti, diviso in comodi moduli, al prezzo speciale di 99€ anziché 349€ solo fino a fine mese! Usa il codice PROFESSIONESICUREZZA

 Video Corso Aggiornamento Sicurezza in Cantiere (40 ore) a 99€ anziché 349€