Onda parametrica: un esempio di architettura matematica

Installazione permanente

Roma, 14 dicembre 2010 alle 18.30

Sarà installato al MAXXI il progetto architettonico "Onda parametrica" dello Studio Studio Kami Custo & Mantrici, una parete attrezzata con funzione audio-video e di consultazione del nuovo archivio fotografico, modellata in risposta a dati acustici - ambientali con l'impiego delle sofisticate tecnologie del controllo numerico. Ne scaturisce un oggetto la cui forma ricorda quella di un'onda, grazie, anche alle lamelle che ne suddividono orizzontalmente la superficie.

Il concept di progetto nasce dalla volontà di realizzare una parete attrezzata la cui genesi morfologica sia strettamente collegata ad input di natura ambientale: in questo modo dari matematici controllano il DNA della forma ottenendo un oggetto "geneticamente modificabile".

L'oggetto parete viene dunque parametrizzato sui valori che derivano dall'analisi dell'acustica della sala per cui esso è pensato. I concavi, convessi e le lamelle sono tutti elementi morfologici che, in stretto rapporto con i parametri sonori, disegnano e sviluppano la superficie finale, ottimizzando l'acustica della sala e creando una zona filtro con il nuovo archivio fotografico.

La complessità delle forme organiche ottenute è realizzata tramite l'utilizzo di tecnologie C.N.C. e per mezzo della successiva fresatura di blocchi in poliuretano ad alta densità e finitura in vetroresina termo verniciata di colore bianco.

Appuntamento: martedì 14 dicembre 2010 alle 18.30
presso il museo MAXXI - Museo Nazionale Delle Arti del XXI secolo
via Guido Reni, 4 A - Roma.
W.
www.studiokami.it | www.maxxi.beniculturali.it


StudioKami
E' una libera associazione di architetti romani, guidata da Emanuele Custo ed Emanuele Mantrici. La loro esperienza professionale vanta diversi progetti internazionali, tra cui quello del complesso polifunzionale Capsule of Life in Russia ad Ivanovo, nato dal recupero di strutture industriali con architettura bioclimatica e multimediale e presentato al MIPIM di Cannes.
Lo studio è particolarmente impegnato nello sviluppo della bioarchitettura: significativa è stata la recente realizzazione di una residenza abitativa interamente in legno a Poggio Picenze, paese colpito dal terremoto dell'Aquila.

La filosofia progettuale dello studio, fondata sull'analisi dei bisogni e comportamenti della società contemporanea, risulta trasversale a temi, tipologie e scale differenti: dall'architettura tout court all'interior design, dalla costruzione di residenze e musei, agli spazi di lavoro, di intrattenimento e tempo libero, fino agli elementi di arredo.

pubblicato in data: