Situa.to e un sipario per il villaggio Fiat

pubblicato il:

Settimo Torinese (TO), 16 luglio 2011 ore 17.30

In occasione del Festival Architettura in Città, a Torino dal 14 al 17 luglio, Casartarc presenta situa.to, un'esperienza condotta nella città di Settimo Torinese, un progetto d'arte per lo spazio pubblico, nato nell'ambito di Your Time - Turin 2010 European Youth Capital a cura di a.titolo e Maurizio Cilli, e dal quale è scaturito un laboratorio di arpilleras, per ricamare, con i cittadini, le storie del Villaggio Fiat su un sipario teatrale, seguendo l'idea dell'artista Yael Plat.

Il progetto situa.to

Il progetto ha coinvolto 30 giovani provenienti da ambiti disciplinari diversi (arte, architettura, design, scienze umane e sociali) in un percorso di formazione che, a partire da seminari con artisti, incontri, lezioni e mediante l'esplorazione della città dell'area metropolitana, ha portato a una nuova mappatura del territorio in grado di raccontarne le trasformazioni e di segnalare ipotesi progettuali in dialogo con i luoghi e coloro che li abitano.

Al termine del progetto alcuni luoghi e situazioni individuati dai giovani sono stati e saranno oggetto di interventi d'arte e arredo urbano secondo un processo condiviso tra artisti e abitanti. Nella città, infatti, i 30 giovani hanno individuato le loro situa: luoghi con potenzialità inespresse, immaginari possibili o non ancora emersi.

C'è chi ha proposto ai giovani di Barca di costruire, con il gruppo berlinese di architetti Raumlabor, un luogo d'incontro, un incubatore di idee per il quartiere; di trasformare i muri di Mirafiori nella pagina scritta di un racconto commissionato al collettivo Wu Ming; di creare, con i paesaggisti di Atelier Le Balto, le condizioni affinché le cicogne nidifichino ai laghetti Falchera; di girare un documentario sugli ultimi mesi dello stabilimento Fiat Grandi Motori; di dedicare un monumento alle operaie della fabbrica della gomma Superga; di ripensare al termine resistenza recuperando la tecnica di scrittura murale dei partigiani di Borgo Vittoria; di costruire un centro giovanile a Nichelino; di esplorare la nozione di vero e falso, di storia e identità, in un video girato tra il Po e il Castello Medievale nel parco del Valentino.

Il sipario per il villaggio Fiat

Tra i progetti scaturiti da situa.to vi è anche la creazione di un sipario dove "leggere" le vicende del villaggio Fiat. Intrecciando le forme e le narrazioni urbane con il teatro, la città di Settimo ha, infatti,  costruito parte della sua storia e della sua identità, grazie al progetto di Yael Plat: dall'autunno scorso l'artista ha attivato in diversi punti della città, con associazioni e gruppi spontanei di cittadini, numerosi laboratori di cucito per realizzare un nuovo sipario.

Con la tecnica delle arpilleras, usata come strumento di ricamo, lavoro ed incontro delle donne cilene sotto la dittatura di Pinochet e oggi riutilizzata da alcuni artisti contemporanei, le storie raccontate dai cittadini di Settimo troveranno una nuova narrazione in un'opera collettiva.

Invito

Appuntamento: sabato 16 luglio 2011, ore 17.30 - 19.30
Biblioteca Archimede, piazza Campidoglio, 50, Settimo Torinese - Torino.

web www.situa.to.it | www.casartarc.org