Lectio magistralis Peter Eisenman

Milano, 27 gennaio 2012 alle 16.00

In occasione della Giornata della Memoria 2012 l'Accademia di Brera e il Dottorato in progettazione architettonica del Consorzio delle Facoltà di architettura Napoli, Palermo, Parma, Reggio Calabria e Accademia di Brera con sede presso il Dipartimento di Architettura dell'Università di Palermo a conclusione di una quadriennale attività di ricerca e in collaborazione con le riviste "Ananke e Sapere" promuovono una riflessione sull'Interesse culturale nazionale e internazionale del Memoriale italiano di Auschwitz e sul valore del progetto e dell'arte nelle politiche istituzionali della Memoria.

Nella Giornata della Memoria 2012 l'Accademia di Brera conferirà il Diploma accademico di Formazione alla Ricerca artistica Honoris Causa a Peter Eisenman, autore dell'Holocaust Mahnmal di Berlino.

Subito dopo la Lectio Magistralis Braidensis Architecture and Art - The Holocaust Memorial in Berlin sul suo Monumento all'Olocausto di Berlino l'architetto statunitense presenzierà all'inaugurazione della mostra "Progetto di conservazione e valorizzazione del Memoriale italiano di Auschwitz". Presentati dal Prof. Francesco Correggia, coordinatore attività espositive San Carpoforo, e dal Prof. Giuseppe Arcidiacono, Ordinario di Progettazione architettonica della Facoltà di Architettura di Reggio Calabria, i Dottorandi Arch. Gregorio Carboni Maestri, XXIV Ciclo ed Emanuela Nolfo, XXIII Ciclo del Dottorato in progettazione architettonica dell'Università di Palermo, illustrano il progetto di conservazione e valorizzazione del Memoriale italiano di Auschwitz.

Programma della giornata»»

Appuntamenti:
giornata della memoria
venerdì 27 gennaio 2012 dalle ore 14:00
Accademia di Belle Arti di Brera, Milano, Salone Napoleonico

inaugurazione mostra:  venerdì 27 gennaio 2012 ore 18:30
periodo espositivo 27 gennaio - 3 febbraio 2012
orari: lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e sabato dalle ore 9.00 alle 14.00
sede: chiesa sconsacrata di San Carpoforo, piazza Formentini 12


Il Memoriale italiano occupa il primo piano del Blocco 21 ad Auschwitz; commissionato da ANED (Associazione Nazionale ex Deportati) negli anni '70 agli architetti BBPR, fu inaugurato solo nel 1980. Ultima opera firmata dal famoso studio milanese, e' un riuscito esempio di multimedialita' per gli apporti nei campi di letteratura (Primo Levi), regia (Nelo Risi), pittura (Mario Pupino Samona') e musica (Luigi Nono); e' stato concepito per essere una testimonianza e allo stesso tempo un gesto pedagogico che fornisse, attraverso la coralita' delle sue componenti, l'evocazione della triste esperienza della deportazione italiana.

Oltre allo stato di degrado in cui versa, dallo scorso luglio il Memoriale e' chiuso al pubblico e rischia lo smantellamento. Per contrastare questo stato delle cose, sollecitando l'intervento istituzionale si sta cercando di mobilitare l'attenzione del grande pubblico sia con raccolte di firme che con momenti divulgativi come nel caso di questa mostra organizzata a Brera.

Il progetto elaborato da Gregorio Carboni Maestri e Emanuela Nolfo su commissione del Consorzio delle Universita' degli Studi di Palermo (sede), Napoli Federico II, Reggio Calabria, Parma ed Accademia di Belle Arti di Brera - Milano e' volto sia al conservamento degli apparati pittorici di Pupino Samona' che al completo ripristino del complesso multimediale arricchendolo di un apparato didascalico e mettendo in sicurezza l'edificio.

www.youtube.com/watch?v=DICzg­HG6iU

pubblicato in data: