Matrioska design. Tre generazioni a confronto

dialoghi intergenerazionali di design

Lissone (MB), giovedì 26 gennaio 2012, ore 21.00

La città di Lissone dà appuntamento al Museo d'arte Contemporanea per l'ultima conferenza di Matrioska Design, il ciclo di conferenze abbinato al Premio internazionale Lissone Design - Street Furniture e che mette a confronto diverse generazioni.

Protagonisti dell'incontro: Aldo Cibic e Paolo Ulian insieme ad un giovane designer under trenta, che sarà presentato dai maestri. Una giovane promessa che, secondo la formula distintiva degli incontri, sarà svelata all'ultimo istante.  

Modera Luca Molinari, curatore scientifico del Premio Lissone Design 2011 - Street Furniture.

Interviene: Luigi Cavadini, direttore Museo d'Arte Contemporanea di Lissone.

invito

Lo scorso 19 gennaio il giovane talento presentato al pubblico da Andrea Branzi e Lorenzo Palmeri è stato Luca Barengo, classe 1986 che vanta già collaborazioni con aziende di fama internazionale come Axolight, comune di Parma e Torino, Giorgetti, Giugiaro, Italwin, Lunirolo, Pininfarina extra, e designer come Luca Nichetto e Lorenzo Palmeri stesso, con il quale collabora attualmente.

L'incontro è anche l'occasione per visitare la mostra dedicata ai 165 progetti che hanno partecipato al Premio Lissone Design-Street Furniture promosso dal Museo stesso, dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Lissone, in collaborazione con Progetto Lissone e Fondazione Colore Brianza Osservatorio Colore Interni.

Appuntamento: 26 gennaio 2012, ore 21.00
presso Museo d'Arte Contemporanea di Lissone, viale Padania, 6
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

+ Info: www.comune.lissone.mb.it


Aldo Cibic
nasce nel 1955 a Schio (Vicenza). Per la sua formazione è stato determinante l'incontro con Ettore Sottsass con cui nel 1981 fonda il gruppo Memphis. Il sodalizio con Sottsass si interrompe alla fine degli anni Ottanta quando Cibic apre il suo studio, Cibic & Partners, a Milano. Con il suo team creativo ha realizzato progetti di interni come gli showroom Esprit in Italia e Inghilterra, gli spazi Fiorucci, il Museo Maserati, le facciate esterne della Rinascente. Lavora per Gallotti e Radice, Foscarini, Abaco, Salvagnini, Serralunga.

Insegna alla Domus Academy, al Corso di Laurea in Disegno Industriale della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, al Corso di Laurea in Disegno Industriale della Facoltà di Design dell'Istituto Universitario di Architettura di Venezia ed è Professore Onorario alla Tongji University di Shanghai. Partecipa a concorsi e appuntamenti culturali importanti come la Biennale di Venezia e di Londra.

(www.cibicpartners.com)

Paolo Ulian
frequenta per tre anni l'Accademia di Belle Arti di Carrara dove segue i corsi di pittura tenuti da Getulio Alviani e Luciano Fabro quindi si trasferisce a Firenze per iscriversi all'Isia. Si diploma in Industrial Design nel 1990 con il progetto di un paravento in cartone col quale vince il premio "Design for Europe in Belgio". Alla fine del 1990 é a Milano per lavorare con Enzo Mari. Rimane con lui fino al 1992 per poi tornare in Toscana ed iniziare la propria attività con il fratello Giuseppe col quale collabora ancora oggi. Dal 1994 partecipa a molte delle mostre organizzate allo Spazio Opos a Milano e a numerose altre in Italia e all'estero. Sono del 1995 i suoi primi progetti entrati in produzione, con Driade e Bieffeplast.

(www.paoloulian.it)

pubblicato in data: