Corridoio Colombo, infrastrutture urbane e valorizzazione del patrimonio pubblico

Roma, lunedì 2 luglio 2012 ore 20.00

Per l'appuntamento tradizionale dei lunedì, il 2 luglio prossimo, l'Istituto Nazionale di Architettura porrà l'accento sulle strategie di crescita economica e valorizzazione dello sviluppo urbano riprendendo alcuni temi del "Piano Strategico per la mobilità" presentato nel 2008 dal Comune di Roma, in particolare del progetto "Corridoio Colombo" che prevede la realizzazione di una importante dotazione infrastrutturale per l'area periurbana a sud di Roma.

Introduce:
Luca Zevi, presidente IN/ARCH Lazio.

Intervengono:
Sergio Baldini, economista, presidente di Progetti e Territorio;
Armando Latini, architetto, presidente di European Engineering Consorzio Stabile di Ingegneria;
Andrea Giunti, architetto, Progetti e Territorio;
Giancarlo Sapio, architetto, presidente dell'U.R.I.A. Unione Romana Ingegneri ed Architetti.

Coordina:
Massimo Frontera giornalista di Edilizia e Territorio - Gruppo Sole 24 ore.

Invito

La lezione dell'economista Federico Caffè, ripresa da Sergio Baldini, dimostra la necessità della sussidiarietà come fattore utile anche nello sviluppo dei macro processi urbani. In una fase di carenza di finanza pubblica per la realizzazione di grandi strutture, la valorizzazione del patrimonio pubblico può generare risorse capaci di esserne il motore e rappresentare un volano duraturo per la crescita economica.

Nel corso della serata, in questo quadro, sarà presentato il progetto "Corridoio Colombo", linea metropolitana compresa fra il quartiere EUR ed i quartieri della fascia litoranea. Il tracciato previsto potrà soddisfare le esigenze di mobilità di una ampia utenza, una metropolitana leggera pensata per rispondere ad una domanda di trasporto che può raggiungere la capacità massima di 12.000 passeggeri per ora per direzione e che a regime potrà collegare l'EUR, l'aeroporto Leonardo da Vinci e il futuro porto commerciale di Fiumicino.

Il progetto della mobilità sta divenendo fattore strategico di sviluppo dell'intero organismo urbano e può costituire un volano per la rigenerazione urbana sostenibile del territorio.

Appuntamento: lunedì 2 luglio ore 20.00
sede dell'ACER via di Villa Patrizi, 11 - Roma.

Contatti: Istituto nazionale di architettura - Lazio
tel. 06 97604506 | fax: 06 97604581 | email: info@inarchlazio.it


Il nuovo Piano Regolatore Generale della Capitale all'interno del Piano strategico per la Mobilità Sostenibile, presentato nel 2008, individua i "Corridoi della Mobilità", alcuni definiti prioritari per il sistema di trasporto pubblico, tra questi il "Corridoio Colombo", che identifica come direttrice di connessione la zona EUR (in particolare il nuovo Centro Congressi), la futura centralità di Acilia - Madonnetta, la Nuova Fiera di Roma, l'aeroporto di Fiumicino ed il futuro Porto commerciale.

Il sistema di trasporto rapido di massa "Corridoio Colombo" è concepito come asse plurimodale ed è dotato di un servizio di trasporto pubblico rapido, sicuro ed ecologico, senza punti di conflitto con il traffico veicolare e pedonale e senza cesure importanti del territorio.

Il servizio di trasporto pubblico prevede 15 stazioni e altrettanti nodi di scambio che realizzano tre diverse tipologie, parametrate al grado di importanza urbanistica che ricoprono. Il tipo "Direzionale" detto "La porta del Mare", prevede servizi alla grande scala urbanistica, è posizionato all'intersezione con la Gronda Ferroviaria e la Nuova Pontina (Corridoio Tirrenico); il tipo "Territoriale" prevede stazioni ubicate all'intersezione con la mobilità interquartiere e servizi di quartiere, infine il tipo "Locale" prevede stazioni di intersezione puntiforme con piccoli servizi di vicinato.

Il tracciato permette di articolare la realizzazione della linea in vari stralci funzionali che possono essere aperti all'esercizio in tempi successivi. Ciò significa che il collegamento fra il Centro Congressi Italia all'EUR e la Nuova Fiera di Roma potrebbe essere funzionante a prescindere dal completamento delle tratte successive.

Progettisti: Progetti e Territorio (dott. Sergio Baldini, arch. Andrea Giunti, dott. Andrea Baldini, ing Miche-langelo Baldini) cpg, European Engeneering Consorzio Stabile di Ingegneria (arch. Arman-do Latini, arch. Giancarlo Sapio); AC spa (dott. Giancarlo Del Sole, dott. Andrea Spoto).

Importo dei lavori: Le opere da realizzarsi ammontano a circa 2.400.000.000 di Euro

pubblicato in data: