Visitare Aquileia con le nuove tecnologie

laboratori didattici e visite guidate ai siti archeologici di Aquileia con l'utilizzo di nuovi strumenti multimediali

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

Aquileia (UD), 9, 11, 16 e 25 maggio 2013

Grazie al contributo del progetto "Openmuseums - Musei sloveni e italiani in rete: valorizzazione e innovazione tecnologica nei musei delle città d'arte dell'Alto Adriatico", la Fondazione Aquileia, in collaborazione con Arteventi propone gratuitamente a studenti, insegnanti, guide, operatori turistici e rappresentanti di associazioni culturali dimostrazioni operative e visite alla città mediante l'utilizzo di nuovi strumenti multimediali: i partecipanti potranno visualizzare sui tablet forniti dalla Fondazione le ricostruzioni virtuali dei principali siti archeologici di Aquileia in epoca romana e durante la visita alla città potranno capire meglio come si presentavano i grandi edifici della città antica e come si viveva 2000 anni fa.

Giovedì 9 maggio il laboratorio sarà riservato a studenti universitari, sabato 11 maggio ai docenti di tutti gli ordini scolastici, giovedì 16 maggio a guide e operatori turistici e sabato 25 maggio a rappresentanti di associazioni culturali e ricreative.

Tutti i laboratori inizieranno alle 16.30 ma essendo i posti limitati è necessaria la prenotazione al numero 3456454855 (segreteria Arteventi).

Durante tutto il mese di maggio, inoltre, la Fondazione Aquileia offre alle scuole secondarie di secondo grado la possibilità di prenotare - in giornate che verranno concordate individualmente - visite didattiche e laboratori che consentiranno di vedere Aquileia in una nuova prospettiva grazie alle ricostruzioni virtuali.
Gli insegnanti interessati sono invitati a contattare tempestivamente la segreteria didattica di Arteventi al numero 345 6454855 (saranno accettate le richieste pervenute per prime fino ad esaurimento dei posti).

Appuntamento: Aquileia (UD), maggio 2013
+ info: www.fondazioneaquileia.it

"Openmuseums - Musei sloveni e italiani in rete" è finanziato nell'ambito del "Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013".