Prato guarda al Futuro. Un programma di partecipazione e incontri per la stesura del Nuovo Piano Urbanistico

Prato, 6 ottobre - 3 novembre - 1 dicembre 2017

Continua il percorso partecipativo che il Comune di Prato, in una visione rivolta al futuro, ha predisposto come supporto alla redazione del suo nuovo Piano Operativo, la cui adozione è prevista per il maggio prossimo.

Presentato insieme al Sindaco Matteo Biffoni e all'Assessore all'Urbanistica e lavori pubblici Valerio Barberis, con il primo incontro dedicato alle "Connessioni", Prato al Futuro consisterà in un programma di partecipazione e comunicazione coordinato da Sociolab  con l'intento di rendere più forte e condivisa la preparazione del nuovo strumento urbanistico.

Il progetto vincitore nel concorso internazionale per il nuovo Parco Centrale di Prato di Michel Desvigne Paysagiste e OBR - Paolo Brescia e Tommaso Principi.

Un piano organico mosso dalla consapevolezza sul tema ambientale, dalla volontà di definire nuovi ambiti per la costruzione dello spazio pubblico, delle relazioni tra i luoghi, con l'obiettivo di offrire a tutti maggiore accessibilità. Punto focale la valorizzazione e trasformazione del patrimonio industriale della città, insieme all'idea di sviluppo integrata con le prospettive già messe a punto da Prato Smart City, volte alla ridefinizione della produzione manifatturiera nonché alla capacità di sperimentare nel governo locale e nei servizi ai cittadini le possibilità offerte dalle tecnologie informatiche e da nuove modalità organizzative.

Il nuovo Centro Pecci di Prato, progetto di Maurice Nio / NIO Architecten (foto: Fernando Guerra | FG+SG fotografia de arquitectura).

Oltre a contare su una molteplicità di azioni di confronto con i cittadini, il programma si realizzerà a partire da una serie di incontri chiamati Crowlab che coinvolgerà professionisti, esperti, portatori di interessi, invitati a interpretare i temi proposti dalla città di Prato e a condividere la propria esperienza nell'ottica di generare opportunità di intervento e di qualificazione dell'ambiente costruito. 

Dopo il primo incontro del 14 settembre, saranno tre gli assi tematici dei prossimi Crowlab davanti ai quali, ogni mese, Prato accoglierà professionisti ed esperti, spesso giovani e portatori di nuove idee:

  • Ambiente e agricoltura, 6 ottobre
  • Patrimonio da rigenerare, 3 novembre
  • Spazio pubblico, 1 dicembre

Gli architetti invitati, tra i quali ricordiamo  Alfonso Femia , Flores & Prats , Anne Lacaton , Marco Poletto , Labics , Iotti + Pavarani architetti , avranno il ruolo di ispiratori di un dibattito che sarà aperto a tutti i progettisti interessati al confronto con le linee definite dal Comune di Prato. 

Al centro del discorso sarà dunque il futuro di Prato, una visione concreta basata sul confronto tra la città contemporanea con le esperienze e le idee dei numerosi professionisti che parteciperanno alla redazione del nuovo piano.

Il progetto vincitore nel concorso internazionale per il nuovo Parco Centrale di Prato di Michel Desvigne Paysagiste e OBR - Paolo Brescia e Tommaso Principi.  

In quest'ottica hanno già trovato spazio iniziative tese alla trasformazione urbana e all'innovazione, che negli ultimi mesi hanno sollevato attenzione e interesse sul caso pratese. Testimonianze di questa visione della città il concorso internazionale per il Parco Centrale di Prato, l'espansione del Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci  e il suo rilancio, il progetto Riversibility , con il quale si è dato avvio alla realizzazione del parco fluviale lungo il Bisenzio, il Piano di Innovazione Urbana sviluppato per attivare la riconversione del "Macrolotto 0", e il workshop Beyond the Boundary , che ha avuto per oggetto il tema della "Declassata". Queste e diverse altre iniziative contrappuntano una sistematica serie di interventi nelle tessiture urbane del centro storico e dei quartieri limitrofi, dalla ridefinizione delle piazze allo sviluppo dell'edilizia scolastica, oggetto di inediti micro-concorsi di progettazione.

Progetto Riversibility per lo sviluppo del Parco fluviale del Bisenzio a Prato. Progetto dell'architetto Riccardo Pecorario per il Parco degli Ulivi.

Il programma completo, gli apparati informativi, gli strumenti per partecipare sono disponibili sul sito ufficiale di Prato al Futuro 

ott 06
dic 01

Prato guarda al Futuro. Un programma di partecipazione e incontri per la stesura del Nuovo Piano Urbanistico prato

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario

pubblicato in data: