Bellezza e abisso. Vienna celebra il Modernismo a cent'anni dalla morte di Klimt, Wagner, Schiele e Moser

mostre e itinerari di architettura

Vienna, gennaio 2018 - aprile 2019

Per chi ama viaggiare e scoprire le bellezze di una città attraverso la storia e i personaggi che l'hanno resa tale, questo è l'anno migliore per fare tappa a Vienna, che da gennaio 2018 ad aprile 2019 celebrerà il Modernismo viennese con una serie di interessanti iniziative d'architettura, arte, letteratura e musica.

"Vienna è ricchissima di attrattive turistiche che rallegrano la vista, le sue strade sono lastricate di cultura, mentre le strade delle altre città sono coperte solo di asfalto". Così scriveva Karl Krauss, scrittore, giornalista e poeta austriaco testimone e protagonista di quel florido periodo storico a cavallo tra il XIX e XX secolo.

Parole che potrebbero essere scritte oggi, anno in cui ricorre il centesimo anniversario dalla morte di quattro figure chiave nel panorama culturale austriaco di livello internazionale quali furono Gustav Klimt, Otto Wagner, Egon Schiele e Koloman Moser. Quelle "strade lastricate di cultura" saranno oggetto per l'occasione di numerosi percorsi speciali itineranti alla scoperta dell'architettura della fin de siècle, dalle idee di Wagner per trasformare Vienna in una metropoli moderna, passando per i ritratti femminili di Klimt, gli spietati autoritratti di Schiele e il design di Moser.

Tra architettura, arte, design, letteratura e musica, gli anni compresi tra il 1890 e il 1918 rappresentarono per la storia austriaca il momento di massimo fermento in campo artistico e culturale: la voglia di cambiamento e di rottura con il passato sconvolse completamente la visione imposta fino a quel momento dalle vecchie convenzioni della monarchia asburgica annoverando il Modernismo come uno dei punti chiave nella storia di Vienna.

Vienna 1918-2018

Il 1918 fu dunque un anno di gravi perdite per la città, trasformato in eccellente occasione nel 2018 per la stesura di una programmazione di itinerari ed eventi che a partire da queste quattro grandi personalità permetterà di celebrare una fase storica verso la quale la capitale austriaca è tutt'oggi debitrice.

ITINERARI TURISTICI SPECIALI

CITTÀ BIANCA E CHIESA DI SAN LEOPOLDO

Un vero e proprio complesso opera d'arte all'interno del 14° Distretto e comprendente  un ospedale, un teatro in stile Liberty e la chiesa di San Leopoldo sarà oggetto di visita guidata disponibile in tedesco, inglese, francese, italiano, spagnolo.

NASCITA E TRAMONTO - IL MODERNISMO VIENNESE

Un excursus per ripercorrere le varie forme dell'architettura viennese:
- Stile Liberty prorompente fra lo Stadtpark e Hietzing;
- Stile Liberty, Secessione e Modernismo;
- Stile Liberty e Art Déco a Döbling;
- Stile Liberty e fin de siècle - dalla Casa Loos alla Cassa di Risparmio postale.

DAL FREGIO DI BEETHOVEN DI KLIMT AL VECCHIO OSPEDALE GENERALE 
ALTES AKH

Una visita guidata di tre ore che, a partire dal celebre dipinto di Klimt conservato all'interno del Palazzo della Secessione giungerà fino al vecchio Ospedale Generale, oggi Campus universitario, che l'imperatore Giuseppe II fece convertire da ricovero per i senzatetto in un ospedale con più reparti basato sul modello dell'Hôtel-Dieu di Parigi.

PASSEGGIATE DI ARCHITETTURA

Una serie di passeggiate in giro per la città a tema architettura a partire da un focus ben definito, dallo stile Liberty viennese alla conformazione del centro storico della città:
- Modernismo e stile Liberty viennese
- Protagonisti del Modernismo viennese
- Lo stile Liberty di Vienna
- L'architettura e il design viennese
- Il centro storico di Vienna e altro ancora

LA VIENNA DI OTTO WAGNER

Percorsi interamente dedicati a uno dei protagonisti assoluti dell'architettura viennese, precursore del Modernismo e fautore del piano d'assetto della città:
- Otto Wagner - Tour d'anniversario: l'uomo che rese Vienna moderna
- La linea diritta e la linea curva: l'arte e il design di Vienna intorno al 1900
- La Vienna nuova: la nascita del Modernismo.

+ info sugli itinerari
www.wien.info/it/sightseeing/vienna-2018/vienna-2018-special-tours

GLI EVENTI

Mostre nei musei, archivi, fondazioni private, esperienze in realtà virtuale, ma anche la Casa della Musica e addirittura l'atelier di Klimt ospiteranno tutti gli appuntamenti previsti dal ricco calendario Vi sarà spazio per tutti i campi culturali che diedero i connotati alla Vienna che conosciamo, inclusa un'analisi dei salotti, luogo di ritrovo simbolo degli intellettuali che parteciparono a questo fermento.

Otto Wagner

Wien Museum
15 marzo - 7 ottobre 2018
Sarà presentata al Wien Museum la prima mostra completa dedicata a Otto Wagner. Disegni, plastici, mobili, dipinti e oggetti personali della collezione del museo saranno l'occasione per mettere in mostra l'operato dell' "architetto metropolitano" in relazione con i suoi contemporanei, analizzandone contesto artistico, culturale e politico insieme alla sua influenza a livello internazionale. 

Wagner, Hoffmann, Loos e il design di mobili del Modernismo viennese
artisti, committenti, produttori

Hofmobiliendepot. Museo del Mobile
21 marzo - 7 ottobre 2018

I protagonisti del Modernismo viennese in un'unica mostra. Analizzando le loro diverse posizioni in merito al tema dell'abitare e all'arredare, Otto Wagner, Adolf Loos e Josef Hoffmann saranno raccontati come architetti di interni e designer di mobili. Inoltre un'altra sezione della rassegna sarà dedicata ai produttori di mobili e arredi di interni come Portois & Fix o i Fratelli Thanet occupandosi anche dei committenti, alcuni dei quali molto prestigiosi (ad esempio Berta Zuckerkandl), il tutto accompagnato dalle grandi foto di  Walter Zednicek che racconteranno alcune tra le più importanti architetture del periodo.

La cultura dei salotti della vecchia Vienna
splendido palcoscenico della società

Museo di Ernst Fuchs
7 aprile - 30 settembre 2018

Sarà la villa in stile Liberty in cui visse parte della sua vita Otto Wagner la splendida cornice che ospiterà la storia del salotto letterario, attraverso il racconto in mostra di aspetti culturali, politici e sociologici finalizzati a tratteggiare un ritratto più possibile preciso e completo dell'epoca. 

Il magico giardino di Klimt
Un'esperienza di realtà virtuale di Frederick Baker

MAK - Museo austriaco di Arti Applicate/Arte Contemporanea  
7 febbraio - 22 aprile 2018

Un esperimento di realtà virtuale ispirato al capolavoro di Klimt "Attesa e appagamento" pensato dall'artista di virtual reality e regista Frederick Baker, il quale dal materiale fotografico digitale ad alta definizione è riuscito a creare un fantastico mondo virtuale in cui intraprendere un viaggio filmico interattivo.

Post Otto Wagner
dalla Cassa di Risparmio postale al Postmodernismo

MAK - Museo austriaco di Arti Applicate/Arte Contemporanea
30 maggio - 30 settembre 2018

Una mostra interamente dedicata a Otto Wagner come "padre del Modernismo" in cui saranno analizzati il contesto e le interazioni tra Wagner ed altri protagonisti del primo Modernismo nonché la sua influenza su contemporanei, allievi e generazioni successive di architetti e designer.

Stazione dell'avanguardia

Fondazione austriaca privata Friedrich e Lillian Kiesler Vienna nel 1924.
14 marzo - 1 giugno 2018 

A partire dall'idea della "Mostra internazionale sulle nuove tecniche per il teatro" concepita dall''architetto, artista, designer e scenografo Friedrich Kiesler nel 1924, all'epoca ritrovo di tutte le celebrità dell'Avanguardia, la  mostra tematizza il sistema L+T ("Leger und Träger"/posa e supporto), una costruzione completamente libera nello spazio, destinata alla presentazione di oggetti e immagini. 

The place to be. I salotti come luogo dell'emancipazione

Museo ebraico di Vienna
30 maggio - 14 ottobre 2018

La mostra presenta i salotti di Fanny Arnstein e Josephine Wertheimstein, fino alle realtà più "riformiste" di Berta Zuckerkandl ed Eugenie Schwarzwald, illustrando il ruolo che esse ebbero per la scena culturale, economica e politica della Vienna dell'epoca. L'esposizione punterà inoltre ad illustrare il significato della cultura dei salotti per gli ebrei viennesi costretti in esilio La mostra illustra infine il significato che ha avuto la cultura dei salotti per gli ebrei viennesi costretti in esilio, luoghi di emancipazione e di acquisizione di potere nello sviluppo di una società critico-borghese.

Calendario completo, luoghi, orari e prezzi su www.wien.info

di Elisa Scapicchio

© Riproduzione riservata

gen 18
apr 30

Bellezza e abisso. Vienna celebra il Modernismo a cent'anni dalla morte di Klimt, Wagner, Schiele e Moser mostre e itinerari di architettura
Vienna

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario

pubblicato in data: