Un'estate in giro per l'Europa. 10 appuntamenti tra mostre e installazioni da non perdere

Scriveva Flaubert: "Estate. Un'estate è sempre eccezionale, sia essa calda o fredda, secca o umida"

E l'estate coincide infatti con il relax, le vacanze abbondanti, quelle in cui, tra il mare o la montagna non manca mai chi invece preferisce approfittare delle lunghe giornate alla volta di un viaggio alla scoperta, magari di una capitale europea e di ciò che essa offre, spuntando dalla lista tutte quelle iniziative che ci eravamo appuntati durante le stagioni più fredde.  

Dalla Biennale di Venezia all'installazione London Mastaba, ultima opera effimera di Christo, passando per le celebrazioni dei centenari dalla nascita di due personalità tutte italiane quali Achille Castiglioni e Bruno Zevi, fino alla terza tappa della mostra Neighbourhood. Where Alvaro meets Aldo in corso a Porto fino a metà settembre, l'omaggio parigino al design ospitato dal Centre Pompidou e le iniziative in programma a Vienna per l'anniversario dalla morte di Klimt, Wagner, Schiele e Moser.

Di seguito una selezione delle maggiori iniziative in giro per l'Europa, per rendere ancora più ricco il viaggio che avete organizzato.

1. Venezia | Freespace. XVI Mostra Internazionale di Architettura

Arsenale, Giardini, Isola di San Giorgio | fino al 25 novembre 2018

In corso ormai da oltre 2 mesi, Freespace, ovvero la XVI Mostra Internazionale di Architettura a Venezia, è sicuramente uno degli eventi di punta dell'anno. Curata da Yvonne Farrell e Shelley McNamara è una mostra che rivela la presenza o l'assenza dell'architettura intesa come pensiero applicato allo spazio nel quale viviamo o abitiamo.

Partendo dall'Arsenale, passando per il riuscitissimo Arcipelago Italia di Mario Cucinella, passeggiando per i Giardini e concludendo con la visita sull'isola di San Giorgio, Freespace assicura un itinerario denso e allo stesso tempo assai piacevole tra alcuni dei progetti più riusciti a livello internazionale.

Per approfondire vai allo speciale p+a
#focus.biennale.2018

2. Porto | Neighbourhood. Where Alvaro meets Aldo

FAUP Exhibition Gallery, Porto | fino al 17 settembre 2018

© Nicolò Galeazzi

Spostandoci un po' più a ovest, arrivando in Portogallo, imperdibile la terza tappa di Neighbourhood. Where Alvaro meets Aldo, curata da Nuno Grande e Roberto Cremascoli con un allestimento firmato COR Arquitectos studiato appositamente per gli spazi della FAUP Exhibition Gallery dopo le esposizioni della Biennale di Venezia 2016 e di Lisbona.

La mostra rappresenta l'incontro tra Álvaro Siza e Aldo Rossi, simbolicamente rappresentato dal colore blu della parete e raffigurante il cielo. Un muro ricurvo ospita una serie di fotografie di grande formato che raffigurano i "vicini" dei quattro quartieri di edilizia popolare realizzati da Siza in quattro città diverse, Campo di Marte (Venezia), Schlesisches Tor (Berlino), Schilderswijk (L'Aia) e Bairro da Bouça (Porto) visitati dopo anni dalla costruzione, occasione per indagare le trasformazioni urbane e sociali che si sono verificate, tra immigrazione, ghettizzazione, gentrificazione e aumento del turismo rispondendo ai grandi temi dell'attuale agenda politica europea per una società più inclusiva e multiculturale.

3. Parigi | Une aventure moderne

Centre Pompidou | Fino al 27 agosto

Una mostra omaggio all'Uam (Union des artistes modernes) il collettivo di architetti, designer e creativi simbolo della modernità francese del XX secolo. Ne sono protagonisti Le Corbusier, Robert Delaunay, Jean Prouvé, Charlotte Perriand e molti altri artisti e architetti celebri. 

4. Roma | Gli architetti di Zevi

Museo Maxxi | fino al 16 settembre

GLI ARCHITETTI DI ZEVI. Storia e controstoria dell'architettura italiana 1944-2000
© Musacchio & Ianniello, courtesy Fondazione MAXXI

Sono passati 100 anni dalla nascita di Bruno Zevi, pretesto per celebrare la figura del grande storico, docente, critico, politico e progettista, personalità determinante nel panorama architettonico del dopoguerra. Attraverso disegni, plastici e materiali visivi, il MAXXI, in collaborazione con la Fondazione Bruno Zevi, mette in evidenza il ruolo chiave di questa grande personalità e il rapporto tra Architettura e politica attiva. Un punto di vista inedito sull'architettura italiana dal dopoguerra alla fine del XX secolo, attraverso 35 architetti i cui progetti, pubblicati e sostenuti da Zevi, hanno accompagnato il suo percorso di oltre 50 anni di attività critica e militante  e anche l'occasione per dare spazio alla grande produzione critica e saggistica di Zevi, alla sua passione politica e sociale, alla sua presenza nella storia civile del paese.

5. Milano | Luigi Ghirri. Il paesaggio dell'architettura 

La Triennale di Milano | fino al 26 agosto

Marina di Ravenna, 1986 | © Eredi di Luigi Ghirri / Courtesy Editoriale Lotus

Un appuntamento per scoprire la figura di Luigi Ghirri e il suo rapporto con l'architettura attraverso 350 fotografie tra stampe originali e proiettate, integrate da esemplari delle pubblicazioni originali, testi e materiali di lavoro.

Nelle sue immagini è ritratta una molteplicità di soggetti ripresa in diverse ore del giorno ed in particolare condizioni atmosferiche, inserendo così il concetto di temporalità nell'opera fotografica. Ghirri ha così elaborato un nuovo modo di guardare, capace di mostrare il presente dell'architettura e di comprenderne la realtà in relazione ai fenomeni e agli aspetti contraddittori dei paesaggi, una molteplicità di soggetti ripresa in diverse ore del giorno ed in particolari condizioni atmosferiche.

6. Vicenza | David Chipperfield Architects Works 2018

Basilica di Palladio | fino al 2 settembre  

© David Chipperfield | Schizzo di allestimento della mostra 

Sono 16 i progetti messi in mostra e relativi all'attività portata avanti nelle 4 sedi dello Studio di David Chipperfield. Non una vera e propria mostra, bensì una disamina sull'approccio progettuale di uno dei principali architetti viventi tra i valori sociali che generano l'architettura e la forte relazione che intercorre tra progetto e contesto. Un allestimento curato nel dettaglio reso ancora più prezioso dalla splendida cornice ospitante della basilica palladiana tornata a risplendere dopo un restauro durato oltre 10 anni.

7. Londra | The London Mastaba

Serpentine Lake ad Hyde Park | fino al 23 settembre 

Christo and Jeanne-Claude | The London Mastaba, Serpentine Lake,
Hyde Park, 2016-18 | © Photo: Wolfgang Volz 

Da sempre tra le mete più ambite, Londra riserva sempre grandi sorprese. Quest'anno è la volta del celebre artista Christo, una delle personalità più influenti del panorama artistico internazionale e da sempre incline alle sfide progettuali in contesti complessi.

Un'opera effimera capace di fondere insieme arte, architettura, urbanistica, ingegneria e scultura, tradotta in una grande struttura galleggiante composta di barili, i cui colori si trasformano con il mutare della luce e il loro riflesso sul Serpentine Lake  dà vita a una sorta di dipinto astratto.

8. Da Bolzano a Chiasso | Due mostre per celebrare Achille Castiglioni

Museo Archeologico dell'Alto Adige a Bolzano | Centro Culturale Chiasso | Fino al 19 e 23 settembre 2018

Architetto di fama internazionale, protagonista della stagione d'oro del design italiano, Achille Castiglioni viene celebrato in occasione del centenario dalla sua nascita. Tra le mostre di quest'anno sono in corso 100 x 100 Achille, promossa dalla Fondazione Achille Castiglioni a Bolzano, risultato di un invito rivolto dalla Fondazione a 100 designer, per la realizzazione di altrettanti oggetti-regalo, tutti accompagnati da un biglietto di auguri e finalizzati alla creazione di un possibile "Museo dell'oggetto anonimo", fatto di manufatti di autori ignoti, ma scelti da designer molto noti. 

Si segnala inoltre a Chiasso Achille Castiglioni (1918-2002) una mostra di schizzi, disegni, modelli, testimonianze video, oggetti originali, prototipi e testi autografi (molti dei quali inediti) per mettere in luce la perfetta combinazione di semplicità e ironia che caratterizza la profondità delle sue idee e la sua abilità nel costruire spazi. Una carriera sempre improntata su sperimentazione e innovazione che vanta, nel complesso, 290 oggetti di design e oltre 480 allestimenti. 

9. Basilea | Night Fever. Designing Club Culture 1960 - Today

Vitra Museum | Fino all'8 settembre 2018

© Vitra Museum

È il Vitra Museum ad ospitare la prima mostra completa sulla storia del design e della cultura del nightclub, in una selezione di luoghi ormai diventati celebri e mitici: un viaggio a partire dalle discoteche italiane degli anni Sessanta che portano il nome di esponenti del Radical Design, passando per il Palladium di New York di Arata Isozaki fino ai concept by OMA per il nuovo Ministry of Sound di Londra. Una mostra che raduna, oltre ad oggetti iconici, anche una serie di rari documenti cinematografici, esempi musicali e progetti grafici della subculture e mondi glamour.  

10. Vienna | Il Modernismo Viennese

Iniziative fino ad aprile 2019

Tra architettura, arte, design, letteratura e musica, gli anni compresi tra il 1890 e il 1918 rappresentarono per la storia austriaca il momento di massimo fermento in campo artistico e culturale: la voglia di cambiamento e di rottura con il passato sconvolse completamente la visione imposta fino a quel momento dalle vecchie convenzioni della monarchia asburgica annoverando il Modernismo come uno dei punti chiave nella storia di Vienna. Dalla prima mostra completa su Otto Wagner al Wien Museum al design di mobili di Wagner, Hoffmann, Loos, un ricco programma di iniziative previste fino all'aprile 2019 renderà ancora più piacevole una tappa nella città austriaca. 

 di Elisa Scapicchio

pubblicato in data: