Ampio spazio ai giovani della GenZ a Klimahouse 2020, dal 22 al 25 gennaio a Bolzano.

La prossima edizione della fiera offrirà proprio ai giovani l'occasione di esprimere le proprie idee sul futuro del green building attraverso "Onda Z", un hackathon sul cambiamento climatico della durata di due giorni con il coinvolgimento di numerosi studenti e studentesse (oltre 60) di età compresa tra i 14 e i 21 anni provenienti da tutta Italia.

Idee da giovani aziende

Come per lo scorso anno, tutte le iniziative che parleranno di futuro saranno raggruppate in fiera negli spazi del Future Hub.

Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano Spa, conferma che anche quest'anno verranno presentati prodotti e servizi di 25/30 nuove start up, la cui selezione si è appena conclusa: "Questa attività viene gestita da due agenzie, una è Blum (il cui cofondatore Luca Barbieri, è il coordinatore scientifico del primo Klimahouse Innovation Day), più attenta al mercato italiano, e l'altra WhatAVentur, una agenzia che lavora anche in qualità di advisor, per i mercati della Germania e del Nord Europa."

Le realtà selezionate per partecipare al Future Hub, concorreranno al Klimahouse Startup Award 2020, riconoscimento dedicato a tutte le imprese startup operanti nel settore delle green technologies, del risparmio energetico, della sostenibilità, delle costruzioni, dell'energia e dei servizi It (Information Technology) e IoT (Internet of Things) applicati al sistema casa.

Il settore dell'efficienza energetica è costantemente impegnato a perfezionare e migliorare l'esperienza di chi vive nelle case del futuro, con focus sui criteri di sostenibilità e di efficienza, e per questo risulta fondamentale approcciarsi alle nuove tecnologie che il mercato offre.

Il premio prevede due sessioni di pitching delle startup in cui potranno presentarsi: nel primo caso sarà il pubblico presente a decretare la migliore presentazione, nel secondo ci penserà invece una giuria tecnica formata da investitori e stakeholder a scegliere la startup più innovativa di Klimahouse 2020. Ai vincitori sarà anche assegnato uno stand gratuito per Klimahouse 2021.

Nella foto di Marco Parisi Tante Lotte Design, startup di Innsbruck, è stata la vincitrice di Klimahouse Startup Award 2019. Il suo prodotto Whisperwool - pannelli acustici realizzati riciclando la lana delle pecore tirolesi - ha convinto la giuria del premio superando, in un'agguerrita finale tenutasi venerdì 25 gennaio a NOI Techpark, l'altoatesina Caemate che ha inventato WeStatix, software web-based per calcoli strutturali in cantiere, e Mas Roof, azienda di Oderzo ora presente (come la seconda classificata) con una sua sede nell'incubatore di NOI Techpark che realizza tetti composti da pannelli fotovoltaici.

Il report del futuro

"Nella fase di scouting delle start up", conferma Thomas Mur, "Raccogliamo molte informazioni e trend di mercato, che dal 2020, saranno sistematizzati e presentati all'interno di un Report. Questo dossier è uno strumento per comunicare idee di impresa e temi che saranno motore e scenario dei cambiamenti del futuro."

Nello spazio di Future Hub, anche per le start up che non potranno essere presenti, la fiera metterà a disposizione dei tutor che spiegheranno i prodotti e i servizi selezionati dalla giuria.

Formazione in continuo

Nell'edizione 2020 i visitatori saranno attesi da una quattro giorni ricca di appuntamenti, oltre 150, che avranno come filo conduttore la centralità dell'uomo negli spazi abitativi.

Per tutte le anticipazioni dell'edizione 2020 di Klimahouse e il programma degli eventi visitare il sito www.fierabolzano.it/klimahouse/

gen 22
gen 25

Un Future Report per festeggiare 15 anni di Klimahouse Bolzano Klimahouse, piazza Fiera 1, Bolzano

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario
vedi anche...