Nuove verticali a Milano

mostra di architettura

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

Milano, 1 - 30 giugno 2007

Secondo appuntamento del programma espositivo dello Spazio FMG per l'architettura, galleria e progetto culturale promosso da Iris Fabbrica Marmi e
Graniti e realizzato con il coordinamento dell'architetto e critico Luca Molinari in collaborazione con il Corriere della Sera.

Nuove verticali a Milano mette in mostra tre progetti riferiti a tre torri disegnate da altrettanti studi importanti della scena contemporanea italiana: 5&#431AA, Archea Associati e Boeri studio.

Inaugurazione: 31 maggio 2007, ore 18.30
Spazio FMG per l'Architettura, via Bergognone 27
1-30 giugno 2007 orari d'apertura: 15,00-20,00 giorni feriali
Informazioni: 02-89410320

 

Il programma - propedeutico al XXIII Congresso Mondiale per l'architettura che sarà in Italia, a Torino, a giugno 2008 -, lavora su tre focus: i grandi Maestri
contemporanei, i giovani emergenti
e, come nel caso di Nuove Verticali a Milano, i progetti che andranno a cambiare il paesaggio urbano delle nostre metropoli.

I progetti delle tre torri sono riferiti a tre punti diversi della città:

  • 5+1AA la torre che non c'è
    di 5+1AA

    sposta concettualmente le mura di Milano lungo la tangenziale e qui eleva una torre di 200 metri che attraverso un geniale studio di volumi e prospettive riesce a divenire visione bidimensionale stagliandosi verso il cielo come torre orizzontale

 

  • Archea e Associati la Torre delle arti
    di Archea e Associati

    sostituisce gli uffici Montedison con un progetto che dialoga con i grattacieli di Milano per eccellenza: la torre Velasca e il Pirellone. Ne scaturisce una figura scultorea con 4 tetti, 23 piani &#43 4 interrati per un'altezza complessiva di 94 metri. Gli elementi decorativi e degli spazi funzionali saranno realizzati in collaborazione con artisti, architetti, fotografi e designer.

 

  • Boeri studioIl Bosco verticale
    di Boeri studio,

    importante esempio di architettura ecosostenibile: due torri di 108 metri e 23 piani l'una, 78 metri e 21 piani l'altra ospiteranno 900 alberi fino a sei metri di altezza e arbusti per una superficie complessiva di 7000 mq di bosco. Ciò contribuirà al costituirsi di un microclima, alla produzione di umidità, all'assorbimento di CO2 e polveri, alla formazione di ossigeno.
    Sulla copertura di ciascuna torre è prevista la realizzazione di 22 pale eoliche, parte dei parapetti delle terrazze ospiteranno pannelli fotovoltaici per una superficie totale di 500 mq. Ciò per contribuire al fattore di microclimatizzazione e ad aumentare il grado di autosufficenza energetica delle due torri. 

[galleria Spazio FMG], [5+1AA]