Variazioni di luce in un interno

mostra didattica

pubblicato il:

Venezia, 4 - 15 giugno 2007

Cotonificio veneziano, atrio esposizioni, Dorsoduro 2196, Venezia

La mostra espone 80 lavori, redatti dagli studenti del corso di "Architettura degli interni" tenuto da Franca Pittaluga nel Corso di laurea in Scienze dell'architettura.

La didattica del corso ha proposto una serie di riflessioni incrociate sul "lavoro" della luce naturale negli spazi architettonici. Gli studi e i progetti si sono concentrati sulla percezione soggettiva degli spazi interni, assumendo intenzionalmente l’involucro edilizio come puro filtro, generatore di ombra e luce.

Le attività del corso, svolte in parallelo, sono state tre, riassumibili nelle azioni di: sperimentare / osservare / proporre

Sperimentare. In aula, per piccoli gruppi, gli studenti hanno costruito le boîtes à lumière: piccoli plastici sperimentali, sempre delle stesse dimensioni, ove nel corso delle diverse giornate si è diversamente lacerato o scomposto l'involucro, osservando e fotografando all'interno della scatola gli esiti dell'ingresso di luce. 

Osservare. In forma individuale, ogni studente ha scelto un’opera architettonica realizzata, tra gli esempi dei maestri o dei contemporanei, ritenuta esemplare per la qualità della luce naturale che ne permea gli interni. 

Proporre. In forma individuale, ogni studente ha messo a punto un progetto, manipolando lo spazio già studiato nell’esercizio 2. Nel passaggio al progetto, si è mantenuto come vincolante il tipo di captazione della luce, mentre si è liberamente intervenuti sulla dimensione dei nuovi spazi progettati e sulla loro funzione. 

Le tre attività sono documentate nella mostra da 21 lavori individuali, di cui si espongono i plastici di studio e di progetto, il book riassuntivo in piccolo formato, un video con le principali immagini di progetto. Tutti gli 80 studenti che hanno superato l’esame alla prima sessione espongono una tavola riassuntiva in grande formato. I lavori collegiali sono documentati da un video. Infine, alcune boîtes à lumière realizzate in aula sono esposte "dal vero": attraverso un piccolo foro di osservazione, le semplici scatole di cartoncino bianco permettono di apprezzare le proprie, singolari, variazioni di luce in un interno. 

 

Per maggiori informazioni visita il sito:
www.iuav.it/dpa/attivita/eventi/archivio07/25_pittaluga/loc25_07.html