Premio Carlo Moretti

L'11 dicembre sono stati assegnati, presso la sede della Carlo Moretti srl a Murano, tre premi relativi al lavoro di ricerca dedicato al designer del vetro, Carlo Moretti, scomparso lo scorso anno.

Su iniziativa dei dipendenti dell'azienda e supportata dalla famiglia, è stata avviata, all'inizio di quest'anno, una collaborazione con la Facoltà di design e arti dell'Università Iuav di Venezia, finalizzata all'attivazione un concorso di studi per approfondire il contributo creativo di Carlo Moretti nel quadro del design del vetro veneziano e internazionale. I partecipanti si sono confrontati, nel corso di questi mesi, con i diversi aspetti del lavoro di Carlo Moretti, sviluppati nell'omonima azienda dal 1958 ad oggi. Sono stati messi in evidenza in particolare alcuni momenti significativi di una produzione che si è imposta sul mercato internazionale, con una cifra unica e riconoscibile.

La commissione giudicatrice dell'Università Iuav - composta anche da Giovanni Moretti, titolare dell'azienda e fratello di Carlo - ha selezionato e premiato i lavori di Rosa Chiesa (dottoranda in Scienze del design), Silvia Bianco ed Elisa Davi (studentesse del Corso di laurea specialistica in disegno industriale del prodotto).

Il Premio Carlo Moretti si inserisce in un programma articolato di collaborazione e partenariato tra l'azienda e l'Università. È stata infatti nel frattempo approvata una borsa di ricerca, indetta dalla Regione Veneto e finanziata dalla Comunità europea, che vede la Carlo Moretti quale partner di una ricerca per il progetto di "archivio attivo".

Tale progetto punta a formare una nuova figura professionale in grado di capitalizzare il patrimonio storico di un'azienda quale motore di innovazione della produzione contemporanea, aspetto quanto mai importante in momenti di crisi, quando il recupero della propria storia può diventare fonte di ispirazione per il futuro. Si sottolinea così il valore del rapporto tra imprenditoria e ricerca, tra università e produzione che è certamente uno dei fattori che può contribuire ad uscire dalla situazione di impasse in cui si trova il vetro di Murano oggi. Investire nella ricerca e nel confronto con l'università è visto dalla Carlo Moretti come un'occasione di reciproco arricchimento - di condivisione del proprio "sapere" e di apertura alla futura generazione di progettisti. E questo è tanto più importante per Murano che - isola nell'isola - soffre di una condizione di marginalità e per una facoltà universitaria che si propone di formare i protagonisti del design di domani.

Scheda Carlo Moretti
Carlo Moretti (Venezia, 1934-2008) è uno dei principali protagonisti di una stagione feconda del vetro di Murano, che ha visto un'evoluzione delle forme e dello stile della produzione locale verso un gusto più moderno, fatto di linee semplici e pulite che meglio si incontrano con le istanze più avanzate del design internazionale. Innovatore e grande maestro di gusto ed eleganza, Carlo Moretti ha lasciato un ricchissimo patrimonio di creatività e di classe che ha portato i propri oggetti e le proprie realizzazioni - dai "Calici da collezione" al vaso "Cartoccio", ai più recenti bicchieri ‘i Diversi' e ai vasi ‘i Piccoli' - a cavalcare mezzo secolo di storia e ad imporsi sulla fascia più alta del mercato, ricevendo diversi premi e riconoscimenti internazionali. Carlo Moretti ha avuto la capacità di riassumere, al tempo stesso, il ruolo di imprenditore e quello di ideatore e progettista dell'omonima azienda - la Carlo Moretti srl - che ha fondato, con il fratello Giovanni, nel 1958. Negli anni '80 ha animato la realizzazione di vari consorzi nell'isola di Murano e, in particolare, la costituzione del nuovo museo del vetro contemporaneo a Murano.

+ info: www.carlomoretti.com

pubblicato in data: