Armonia incerta

A più di cinque anni (france24.com) dall'avvio del cantiere, si allontana la data di realizzazione per la nuova sede della Filarmonica di Amburgo, progettata dallo studio di Jacques Herzog e Pierre de Meuron sulle rive del fiume Elbe: innestata sulla copertura di un magazzino costruito tra il 1963 e il 1966 (mimoa.eu), la scenografica struttura vetrata - simile a una composizione di "onde di ghiaccio" (france-info.com) - richiederà ancora diversi mesi per la conclusione dei lavori, e graverà notevolmente sul bilancio municipale.

I 114 milioni di euro del preventivo iniziale, nel tempo si sono incrementati di oltre 200 milioni  (france24.com), giudicati necessari per portare a termine l'auditorium, l'albergo e gli appartementi di lusso delineati dallo schema dei due architetti svizzeri. D'altra parte, nonostante il potenziale impatto positivo sullo sviluppo dell'area in cui ricade "il terzo porto d'Europa, vecchio di 800 anni, in cui vivono circa 4,3 milioni di abitanti" (france-info.com), la futura Elbphilharmonie rischia di essere percepita come "un omaggio esclusivo ai più benestanti" (france24.com).

Le critiche e le proteste di alcuni cittadini non hanno  comunque diminuito la determinazione degli amministratori a proseguire l'intervento, che produrrà un edificio di 110 piani (france-info.com), con una sala di capienza pari a 2150 posti, ideata per diventare uno dei migliori spazi per concerti al mondo (archicentral.com): secondo il portavoce degli affari culturali del Municipio di Amburgo, benché "niente sia andato come previsto... l'entusiasmo e la curiosità sono intatti"  (france24.com).

La "Elbphilharmonie" di Herzog & De Meuron (immagini da archicentral.com)

pubblicato in data: