Espansione per sette

Una lista ristretta di sette nomi, scelti tra gli oltre 110 studi (malcolmreading.co.uk) che hanno manifestato il proprio interesse a contribuire alla trasformazione del Victoria & Albert Museum di Londra: Amanda Levete, Heneghan Peng, Jamie Fobert, Jun Aoki, Michael Maltzan, Snøhetta (in collaborazione con Gareth Hoskins) e Tony Fretton (malcolmreading.co.uk) sono stati invitati a formulare proposte per i nuovi spazi espositivi di cui il museo ha intenzione di dotarsi dopo l'abbandono - che risale ormai a sei anni fa - dello schema firmato da Daniel Libeskind.

La scorsa primavera si era svolta un'iniziativa che, attraverso dieci scenari tracciati da altrettanti progettisti, puntava a raccogliere indicazioni sull'ipotesi di realizzare una galleria sotterranea aggiuntiva, collegata al complesso esistente attraverso una corte posta a livello della strada e "innestata tra le belle facciate storiche degli edifici del V&A" (bdonline.co.uk). A quella consultazione avevano preso parte anche alcuni degli architetti inseriti ora nell'elenco dei finalisti, producendo "studi... che hanno aiutato il V&A a comprendere meglio che cosa fosse realizzabile sul sito..." (bdonline.co.uk).

Il concorso per l'espansione del Victoria & Albert Museum rientra nel programma FuturePlan, che "punta a trasformare il V&A rinnovando le attrezzature per i visitatori e ripensando l'allestimento delle collezioni" (vam.ac.uk).

Il vincitore della competizione verrà scelto dalla giuria nella primavera 2011 (malcolmreading.co.uk).

pubblicato in data: