BIG Tirana

Quattro concorrenti (worldinteriordesignnetwork.com)  - Andreas Perea Ortega (Spagna), Architecture Studio (Francia), SeARCH (Paesi Bassi), Zaha Hadid (Regno Unito) - superati grazie a una proposta che rielabora le differenze, amalgamandole: il progetto con cui lo studio di Bjarke Ingels ha vinto il concorso per una grande moschea, che sorgerà presso la Piazza Scanderbeg di Tirana (inhabitat.com), assorbe la trama ortogonale dell'impianto urbano ma la sviluppa in base a linee che schematizzano l'orientamento in direzione della Mecca.

Lo schema "mantiene le distanze tra gli edifici e la linea di gronda, ma ruota il piano di calpestio in modo che la moschea e la piazza siano rivolte verso la città sacra dell'Islam... L'architettura risultante evoca le cupole curve e gli archi dell'architettura tradizionale islamica - sia per la moschea vera e propria, sia per gli spazi circostanti" (evolo.us).

I 27.000 metri quadrati (worldinteriordesignnetwork.com) assegnati al nuovo complesso, oltre all'edificio principale - che potrà accogliere fino a 1000 fedeli - comprenderanno "un Centro Islamico e un Museo dell'Armonia Religiosa come strumenti per incoraggiare la tolleranza e la comprensione tra religioni" (inhabitat.com). Sul sito saranno creati anche i "Giardini del Corano", settori verdi popolati da tutte le piante citate nel libro (evolo.us).    

Bjarke Ingels Group (BIG) ha prodotto la soluzione con il contributo di Martha Schwartz, Buro Happold, Speirs & Major, Lutzenberger & Lutzenberger e Global Cultural Asset Management (worldinteriordesignnetwork.com).

Immagini

pubblicato in data: