Protezione dal fuoco per i sistemi fotovoltaici

una guida della CanadianSolar

Il rischio incendio dovuto alla presenza di pannelli fotovoltaici è un problema delicato quanto spesso trascurato. L'importanza della tematica è testimoniata dall'esigenza da parte del Ministero dell'Interno di emanare una guida specifica dedicata ai diversi aspetti di prevenzione e protezione da considerare in caso di installazione di impianti fotovoltaici nelle attività soggette a controllo.

Si segnala, sull'argomento, anche una guida redatta dalla CanadianSolar che dà consigli utili per esser preparati ad un eventuale incendio in modo da limitare le conseguenze. Consigli, utili anche per i consulenti chiamati a redigere i piani di gestione dell'emergenza. Si tratta di piccole precauzioni da mettere in atto facilmente e che eventualmente permetterebbero di gestire con maggiore sicurezza i diversi pericoli, prendendo in considerazione anche l'incolumità delle squadre di soccorso.

La guida fa riferimento al rischio di elettrocuzione, mettendo in guardia i responsabili delle attività dal procedere autonomamente su parti degli impianti estremamente pericolose. Le operazioni infatti su elementi in tensione e su quadri elettrici vanno effettuate solo da professionisti formati. Generalmente inoltre i moduli continuano, se esposti alla radiazione luminosa, a produrre elettricità in CC anche se viene tolta la tensione. Dunque il rischio di folgorazione è reale e da considerare con tutte le cautele.

Oltre alla conoscenza dei pericoli, degli impianti e delle loro parti, è necessario essere ben equipaggiati con protezioni specifiche, come ad esempio i guanti dielettrici, proteggersi da gas nocivi che si sprigionano con la combustione. E' per questo che l'intervento deve essere lasciato - sottolinea la guida - ai Vigili del fuoco.

E' importante, però, poter fornire alle squadre dei pompieri tutte le informazioni necessarie affinché queste possano agire con maggior sicurezza. E' fondamentale dare indicazioni sui diversi interruttori ed il loro posizionamento, in modo da poter scollegare, per quanto possibile, tutte le parti in tensione e più in generale informare sulla configurazione del sistema. Anche perché gli impianti sono spesso molto diversi l'uno dall'altro.

Infine una breve sezione della guida affronta la copertura dei danni da incendio, dando indicazioni sulle possibili soluzioni di polizza assicurativa.

di Mariagrazia Barletta architetto

Per approfondire:

pubblicato in data: