Archeologia e paesaggio a Narbonne

Porterà la firma di Foster + Partners (designboom.com) la struttura destinata ad accogliere reperti di epoca romana provenienti dagli scavi archeologici della zona di Narbonne, nel sud della Francia: la soluzione presentata dallo studio britannico al concorso internazionale per la progettazione del Musee de la Romanite ha prevalso sugli schemi ideati dagli altri quattro finalisti (architectsjournal.co.uk) inseriti nella lista ristretta (David Chipperfield Architects, Neutelings Riedijk Architecten, Jacques Ferrier Architectures, Auer + Weber + Assoziierte).

Il museo, che sorgerà  nei pressi del Canale del Midi - corso d'acqua artificiale risalente alla fine del XVII secolo, dichiarato patrimonio dell'umanità nel 1996 (france.fr), sarà distribuito su un unico livello e, al centro, includerà un divisorio organizzato come uno scaffale a scomparti, in cui mostrare le 1000 stele funerarie della collezione permanente (designboom.com).

Il lungo espositore fungerà anche da "barriera tra la galleria e gli adiacenti spazi per il restauro preclusi al pubblico, offrendo ai visitatori visioni individuali del lavoro di archeologi e ricercatori" (designboom.com). Nel complesso delineato da Foster rientreranno anche un centro didattico multimediale, una biblioteca, gallerie per mostre temporanee, uffici amministrativi e magazzini (e-architect.co.uk).

La relazione con l'ambiente circostante verrà mediata da "giardini francesi e corti romane" (designboom.com), un anfiteatro e una fascia esterna estesa fino a lambire il perimetro del museo: parte di quest'area ricadrà sotto la falda della copertura di calcestruzzo a sbalzo, associata a una serie di vetrate e di pozzi-luce, in un sistema che, fornendo massa termica (e-architect.co.uk), avrà come scopo la riduzione degli sbalzi di temperatura.

Come ha evidenziato Spencer de Grey di Foster + Partners, l'ispirazione proviene "... dal sito, dal clima e dalla affascinante collezione di artefatti... La disposizione delle mura può essere cambiata - la flessibilità dell'edificio rispecchia l'attività del sito di scavo, uno spazio coperto all'interno del quale si effettua  l'esplorazione" (architectsjournal.co.uk).

Immagini (da designboom.com)

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: