Il Rijksmuseum si apre al futuro

Si sono conclusi i lavori di adeguamento e ristrutturazione della sede che dal 1885 (rijksmuseum.nl) ospita il Rijksmuseum di Amsterdam: l'intervento sull'edificio, inserito nella Museumplein - la "piazza dei musei" nel centro della capitale dei Paesi Bassi (en.wikipedia.org) - ha affiancato al contributo di Antonio Cruz e Antonio Ortiz, autori dello schema architettonico di restauro, l'apporto di consulenti tecnici quali Arup, che, in particolare, ha curato "il progetto di illuminazione e l'ingegneria del fuoco..." (worldinteriordesignnetwork.com).

La decisione di riqualificare la struttura del Rijksmuseum, opera dell'architetto Pierre Cuypers, si concretizza nel 2000 (rijksmuseum.nl) e dà inizio a una lunga fase preparatoria del cantiere portato a termine in questi giorni. Fin dall'inizio, l'obiettivo era "eliminare le "più recenti addizioni" (rijksmuseum.nl) e aggiornare gli impianti per la sicurezza e la climatizzazione degli ambienti destinati ad accogliere i dipinti dei grandi pittori famminghi e le altre opere d'arte che compongono la collezione permanente.

Nella sistemazione delineata da Cruz & Ortiz, "le due corti interne aggiunte negli anni del dopoguerra" sono state messe in comunicazione "creando un atrio bipartito collegato dal passaggio, che rimarrà aperto come in precedenza" (rijksmuseum.nl). Tra le nuove costruzioni previste, oltre a diverse attrezzature per l'accoglienza dei visitatori, assume rilevanza il Padiglione Asiatico "circondato dall'acqua" (rijksmuseum.nl).

Il Rijksmuseum riaprirà al pubblico nei primi mesi del 2013 (worldinteriordesignnetwork.com).

Immagini, disegni e filmati (da cruzyortiz.com; seguire il percorso Buildings > Selected > Museums & Galleries > The New Rijksmuseum)

pubblicato in data: