L'installazione di Cino Zucchi e De Castelli menzione alla Biennale

L'installazione in ferro Copycat. Empathy and envy as form-makers, progettata dallo studio Cino Zucchi Architetti e realizzata dall'azienda veneta  De Castelliriceve la menzione speciale alla Premiazione dei Leoni d'Oro, alla 13a Mostra Biennale di Architettura di Venezia.

Cino Zucchi, architetto di fama internazionale, è stato  invitato dal direttore David Chipperfield a interpretare il tema 2012 "Common Ground", per il quale ha immaginato uno spazio irregolare, che allude ad una piazza, pavimentato con piccoli ciottoli di ferro grezzo di forma esagonale, attorno alla quale sono disposti grandi armadi metallici.

L'installazione esprime l'idea che «le culture formali si propagano seguendo processi di "contagio" che combinano imitazione e innovazione, creando sequenze di manufatti legati da sottili variazioni su un tema comune». (www.zucchiarchitetti.com)

Ognuno dei 9 armadi mostra, sul suo lato esterno, una collezione di oggetti o immagini. Il lato di ogni elemento/armadio è contraddistinto da un "motivo" che mostra una serie di variazioni nella dimensione, proporzione e ritmo della costruzione in ferro. Il risultato può essere interpretato come una serie di modelli di edifici, in scala, inseriti in una piazza.

Ma si tratta soprattutto dell'espressione dell'idea del "contagio" e della somiglianza di immagini ed oggetti: mattarelli da pane del Rajasthan, fotografie di facciate milanesi del secondo dopoguerra di Giovanna Silva, fotografie di Ari Versluis ed Ellie Uyttenbroek di persone accomunate da abbigliamenti simili, un dipinto di Charlie Roberts, e altro, a dimostrare che è la somiglianza e non l'originalità a dare forma ai nostri amati spazi urbani ed è la stessa che permette il dialogo tra gli uomini. 

Da un'idea semplice, ma non banale, né scontata, nasce la complessità della produzione, con un lavoro di organizzazione iniziato sin da aprile, quando la De Castelli ha scelto la squadra che si sarebbe messa all'opera, da allora la realizzazione e le sue le fasi salienti sono state continuamente documentate attraverso l'obiettivo fotografico.

Installazione "Copycat", progettata da Cino Zucchi e realizzata da De Castelli, esposta alle Corderie dell'Arsenale. Foto: Alberto Parise

Particolare dell'installazione. Foto: Alberto Parise

Cino Zucchi - Copycat, Corderie dell'Arsenale
13. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia
29 agosto - 25 novembre 2012 - Venezia.

Ulteriori info e immagini: www.zucchiarchitetti.com


Realizzazione: De Castelli - Albino Celato. Con il contributo di: Ennio Brion, De Castelli, EuroMilano, Marazzi. Vetri: AGC Flat Glass Italia. Museo di Storia Naturale di Milano Scatole entomologiche della collezione Brivio.

Collaborazioni artistiche: Charlie Roberts - Wood Wall Witchcraft, 2012 | Ari Versluis e Ellie Uyttenbroek - Exactitudes, 1995-2011 | Giovanna Silva con Delfino Sisto Legnani - Dettagli di facciate milanesi del secondo dopoguerra, 2012.

pubblicato in data: