Rinascita profonda allo Smithsonian

Un campus rinnovato per lo Smithsonian Institution, a partire dal ripensamento dei settori espositivi sotterranei e dalla definizione di collegamenti più efficaci tra percorsi di accesso, edifici e spazi verdi: l'organizzazione futura del "complesso per la museografia e la ricerca più grande del mondo" (si.edu), nato alla metà dell'Ottocento grazie al lascito dello scienziato britannico James Smithson, dipenderà dal piano generale che  Bjarke Ingels Group / BIG svilupperà (portmancmcmiamibeach.com) in collaborazione con un gruppo di paesaggisti (Surface Design), consevatori (Traceries), esperti di sostenibilità (Atelier Ten) e sicurezza (Weidlinger Associates).

Le carattesristiche dell'intervento, che coinvolgerà una superficie di 65.000 metri quadrati (portmancmcmiamibeach.com) inserita nell'ambito del National Mall - il parco monumentale al centro della capitale degli Stati Uniti (nps.gov), sono state anticipate dall'architetto danese in un'intervista ad Architectural Record: "Abbiamo scoperto che le istituzioni di maggiore successo hanno ingressi diretti dal Mall, mentre gli edifici meno visitati ne sono privi. Dobbiamo modificare l'orientamento... in modo che siano tutti accessibili dal Mall. Un'altra questione... è la mancanza di visibilità dei musei collocati sottoterra, la Sackler Gallery e il National Museum of African Art... Uno dei principali obiettivi è conferire a queste straordinarie collezioni e attività una presenza più incisiva  sul Mall. Allo stesso tempo, si avvia a essere anche un esercizio di cautela. Non vogliamo iniziare una sterile competizione architettonica con le strutture esistenti. Qualsiasi cosa facciamo deve essere molto più visibile e intuitivamente attrattiva per le persone che arrivino dal Mall, ma, allo stesso tempo, deve mescolarsi con gli stili architettonici degli edifici circostanti, che  sono molto differenti" (archrecord.construction.com).

Nella nuova sistemazione, verrà messa in evidenza la qualità monumentale del "Romanesque Smithsonian Castle", costruito tra il 1847 e il 1855, e segnato dal revival del gotico (nps.gov). Il "Castello" dovrebbe riaffermarsi come  simbolo visivo dell'intero istituto e acquisire la funzione di ingresso  principale del campus, con annesso terminale informativo per i visitatori (archrecord.construction.com).

Bjarke Ingels ha ricevuto a metà marzo (portmancmcmiamibeach.com) l'incarico dallo Smithsonian e avrà circa un anno per presentare la stesura preliminare di un piano che " consenta, nell'arco del prossimo decennio, di trasformare un eterogeneo gruppo di edifici molto amati e di spazi all'aperto in un luogo che sia più dinamico, sociale e attivo" (portmancmcmiamibeach.com).

Per saperne di più sullo Smithsonian (da si.edu)

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: