Case di bambola

Il riferimento dichiarato è alla "Dolls' House" ideata da Sir Edwin Lutyens nei primi anni Venti del '900 per l'Esposizione dell'Impero Britannico (adollshouse.co.uk), ma, se l'opera dell'architetto londinese - noto tra l'altro per avere contribuito al progetto di New Delhi (en.wikipedia.org) - puntava a "rappresentare l'eccellenza moderna di architettura, artigianato, arte e disegno di interni" (designcurial.com), la campagna "A Dolls' House" lanciata dall'organizzazione benefica KIDS (kids.org.uk) utilizza il meglio dell'architettura e del design per raccogliere fondi da destinare a favore di giovani e giovanissimi disabili.

La charity britannica ha coinvolto venti studi di fama internazionale, invitandoli individualmente a creare una vera e propria casa in miniatura, con dimensioni tali da potere essere montata su un supporto di 75 x 75 cm . "Tenendo fede allo spirito della casa di bambole di Edwin Lutyens, gli architetti e i progettisti sono stati incoraggiati a collaborare con artisti contemporanei, designer e creatori di arredi" (designcurial.com).

L'elenco completo dei  partecipanti all'iniziativa, che è stata presentata a settembre  durante il London Design Festival (londondesignfestival.com), include Adjaye Associates, Allford Hall Monaghan Morris, Amodels, Coffey Architects, Dexter Moren Associates, DRDH Architects, DRMM, Duggan Morris Architects, FAT Architecture, Glenn Howells Architects, Guy Hollaway Architects, HLM Architects, James Ramsey &
Lara Apponyi, Lifschutz Davidson Sandilands, MAE, MAKE Architects, Morag Myerscough & Luke Morgan, Shedkm, Studio Egret West, Zaha Hadid Architects (adollshouseinfo.co.uk).

Le venti case di bambola, tutte arricchite da una specifica caratteristica in grado di "rendere più facile la vita dei bambini con disabilità" (designcurial.com), saranno messe all'asta il prossimo 11 novembre.

Per saperne di più (da adollshouseinfo.co.uk)

Immagini (da designcurial.com)

pubblicato in data: