Architetti, abilitazioni in forte calo

Dal 2003 al 2012 i laureati in Architettura che hanno provato a superare l'esame di Stato sono diminuiti sensibilmente, così come gli abilitati. Per la prima volta il numero di candidati scende sotto quota 10mila e il numero degli abilitati si attesta intorno alle 5mila unità.

È questa la fotografia scattata dal Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri nel documento: "L'accesso alle professioni di ingegnere e architetto. Osservatorio sugli esami di abilitazione svolti nell'anno 2012". Quanto alle motivazioni della flessione, queste potrebbero essere identificate sia negli elevati costi che l'abilitazione e l'iscrizione all'Albo comportano, sia nel perdurare della crisi economica, ipotizzano dal Centro Studi del CNI.

Nel 2003 i candidati all'esame erano 14.821, nel 2012 il numero è sceso a quota 9.886 (i numeri comprendono anche i laureati iunior). Stessa inflessione per il numero di abilitati: 7.304 nel 2003 e 5.028 nel 2012. 

Da alcuni anni all'incirca il 50% dei candidati supera l'esame di abilitazione, ma con differenze sostanziali da regione a regione. Ad esempio, nel 2012, a fronte di una media pari al 50,4% di candidati promossi, a Trieste la percentuale è stata la più bassa, attestandosi al 22,2%, mentre ha raggiunto quota 77,3% alla Federico II di Napoli e 72,2% alla Seconda Università di Napoli. Gli atenei partenopei si confermano quelli meno severi nella selezione mentre lo IUAV di Venezia è la sede con il maggior numero di laureati presenti alle prove.

Leggermente più basso è il numero di abilitati tra gli architetti iuniores. A superare le prove è stato il 49,9% dei candidati, una quota in aumento costante da un paio di anni (nel 2010 gli abilitati erano il 42%). In questo caso, e sempre in riferimento al 2012, il tasso di successo più alto è detenuto dalla Seconda Università di Napoli con il 97,4% dei candidati abilitati, il più basso dall'Università di Trieste con il 13,3% dei candidati che supera le prove.

Risulta esiguo, inoltre, il numero di abilitati per le altre professioni attinenti all'architettura. Nel 2012 si sono infatti abilitati solo 194 pianificatori, 34 pianificatori iuniores, 20 conservatori e 63 paesaggisti, con un tasso di successo all'esame, però, molto elevato. Ad essere promossi il 54,8% dei paesaggisti e l'85% dei conservatori dei beni architettonici ed ambientali.

Per leggere il documento completowww.centrostudicni.it

pubblicato in data: