Finanziamenti per donne professioniste o imprese a prevalenza femminile

firmato un protocollo d'intesa, tra i promotori il Dipartimento delle Pari opportunità e il MiSE

Il Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio, il Ministero dello Sviluppo Economico, Abi, Confindustria, Confapi, Rete Imprese Italia e Alleanza della Cooperative Italiane lanciano un comunicato congiunto per annunciare un piano di interventi a sostegno dell'accesso al credito di oltre 1.400.000 PMI a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome. Verranno attivati specifici plafond bancari per nuovi investimenti e per l'avvio di nuove attività che potranno beneficiare della garanzia dello Stato.

Gli enti e le associazioni autori del comunicato hanno firmato un protocollo d'intesa per lo sviluppo e la crescita dell'imprenditorialità e dell'autoimpiego femminili. 

Le banche che aderiranno al Protocollo, indicheranno il plafond finanziario dedicato che potrà essere utilizzato per la concessione di finanziamenti in relazione a specifiche linee di intervento:

  • Investiamo nelle donne: finanziamenti finalizzati a realizzare nuovi investimenti, materiali o immateriali, per lo sviluppo dell'attività di impresa ovvero della libera professione;
  • Donne in start-up: finanziamenti finalizzati a favorire la costituzione di nuove imprese, ovvero l'avvio della libera professione;
  • Donne in ripresa: finanziamenti finalizzati a favorire la ripresa delle PMI e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una momentanea situazione di difficoltà.

+ info e protocollo di intesawww.sviluppoeconomico.gov.it

pubblicato in data: