Il MAXXI entra nel Google Art Project

Da oggi il MAXXI, il Museo delle Arti del XXI secolo espone le sue opere online. Il museo di Roma aderisce al Google Art Project, la piattaforma che mette a disposizione del popolo del web immagini ad altissima risoluzione di opere d'arte tra le più famose al mondo. 345 i musei che ne fanno parte, tra cui l'Ermitage di San Pietroburgo, il Musée d'Orsay a Parigi, il MoMA di New York e il Victoria and Albert Museum di Londra.

MAXXI, vista delle scale interne

Il MAXXI inserisce nella piattaforma 55 opere selezionate dalla sua collezione. Tra queste le celebri fotografie in bianco e nero di Mimmo Iodice e di Gabriele Basilico e modelli di progetti di architettura, ne sono un esempio Casa Zahara di Alberto Campo Baeza e il progetto di un teatro all'aperto ai Ruderi di Gibellina (Trapani) di Francesco Venezia. Ci sono poi disegni che sono veri e propri documenti. È il caso degli schizzi eseguiti da Carlo Scarpa per la progettazione della Tomba monumentale Brion a San Vito d'Altivole o il disegno per il concorso internazionale di idee per la progettazione del Ponte di Messina, opera di Sergio Musmeci.

Con la stessa tecnologia di Google Street View si può percorrere il Museo in una visita virtuale piano per piano. Una esplorazione tra l'architettura di Zaha Hadid e le installazioni di Maurizio Mochetti, Anish Kapoor e Giuseppe Penone. 

Le opere del MAXXI on line: www.google.com/culturalinstitute

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: