Efficienza energetica. In arrivo 120 milioni per le imprese che vogliono investire per ridurre l'uso di energia primaria

I progetti devono prevedere una riduzione dell'uso di energia primaria, per una spesa non inferiore a 30mila euro

Il MiSE ha emanato un DM che mette a disposizione 120 milioni di euro per le imprese di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che vogliono realizzare investimenti nel settore dell'efficienza energetica. I progetti finanziabili devono prevedere una razionalizzazione dell'uso di energia primaria per una spesa non inferiore a 30mila euro.

up-to-date

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, ha firmato un decreto che mette a disposizione 120 milioni di euro per le imprese di qualsiasi dimensione localizzate nei territori delle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che vogliono realizzare investimenti nel settore dell'efficienza energetica. Il decreto è in corso di registrazione alla Corte dei Conti. I fondi ricadono sulle risorse del POI "Energie rinnovabili ed efficienza energetica" FESR 2007/2013.

I fondi servono a sostenere investimenti funzionali ad un uso più razionale e sostenibile dell'energia all'interno dei processi produttivi. I progetti finanziabili consistono in programmi integrati d'investimento finalizzati alla riduzione e alla razionalizzazione dell'uso dell'energia primaria all'interno di unità produttive esistenti e devono prevedere spese ammissibili non inferiori a 30mila euro.

Le agevolazioni possono essere concesse secondo due formule:

  • contributo in conto impianti per una percentuale nominale massima delle spese ammissibili pari al 50%, per i programmi di importo fino a 400mila euro che si concludano entro il 31 dicembre 2015;
  • ovvero finanziamento agevolato per una percentuale nominale delle spese ammissibili complessive pari al 75%, per i programmi che si concludano entro il 31 dicembre 2016.

Info e decreto ministeriale sono disponibili sul sito: www.sviluppoeconomico.gov.it

pubblicato in data: