Concorso 500 funzionari al MiBACT: pubblicato il bando. 130 i posti per architetti

domande da inviare on line entro il 30 giugno 2016

Sono stati pubblicati i bandi di concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di 500 funzionari al Ministero dei Beni Culturali. Saranno 130 i posti riservati ad architetti, che hanno tempo dal 31 maggio fino al 30 giugno per inviare la domanda di partecipazione tramite la procedura on line attivata sul sito del Ripam (www.ripam.it/StepOne).

Già il 26 aprile era stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto con il quale il ministero aveva fissato le caratteristiche della procedura concorsuale, compresa la tempistica. Il bando di concorso secondo il decreto doveva essere pubblicato entro il 10 maggio. Arriva dunque con alcuni giorni di ritardo e va a stabilire anche il riparto dei 500 funzionari. Per approfondire: Assunzione 500 funzionari al MiBACT: il DM è in Gazzetta

Quanto alla gestione della procedura, questa viene affidata alla Commissione Interministeriale per l'attuazione del Progetto Ripam.

I posti a concorso per gli architetti

È stata decisa la ripartizione dei 130 posti per architetti su scala regionale. La maggior quota di architetti è destinata al Lazio, dove andranno 39 funzionari, seguita dalla Campania, con 12 architetti e dalla Lombardia dove sono disponibili 11 posti. 10 posti in Toscana, 7 in Umbria, 8 posti in Calabria, 7 in Piemonte, 5 in Basilicata e altrettanti in Puglia e Sardegna. 4 posti in Emilia Romagna e Liguria, 3 in Abruzzo, in Friuli Venezia Giulia, in Umbria e nelle Marche. Un solo posto in Molise.

Concorso in quattro fasi

Preselezione con test
La prima prova è quella preselettiva con test per la verifica delle conoscenze di base. Si tratta di una prova di grande scrematura, alla quale passerà un numero di candidati pari a cinque volte il numero di posti a concorso. 

Segue la fase selettiva scritta con due prove

1a prova
Verifica delle conoscenze teoriche relative alle materie e ambiti disciplinari specifici del profilo concorsuale. La stessa prova servirà a testare la conoscenza della lingua inglese e delle tecnologie informatiche.

2a prova
Verifica delle conoscenze pratiche riferite alle attività che la funzione pubblica da ricoprire porterà ad esercitare.

Infine ci sono: la prova orale e la fase di valutazione dei titoli.

I requisiti del concorso MiBACT per architetti

  • laurea specialistica, o laurea magistrale, o diplomi di laurea rilasciati ai sensi della legge n. 341 del 1990, in architettura, architettura del paesaggio o titoli equipollenti;
  •  diploma di specializzazione, o dottorato di ricerca, o master universitario di secondo livello di durata biennale, in materie attinenti il patrimonio culturale, o titoli equipollenti;
  • abilitazione all'esercizio della professione di Architetto.

Riepilogo ripartizione dei posti su base regionale:

- Abruzzo 3
- Basilicata 5
- Calabria 8 
- Campania 12
- Emilia Romagna 4
- Friuli Venezia Giulia 3
- Lazio 39
- Liguria 4
- Lombardia 11
- Marche 3
- Molise 1
- Piemonte 7
- Puglia 5
- Sardegna 5
- Toscana 10
- Umbria 3
- Veneto 7

LA DOCUMENTAZIONE

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: