Inarcassa: per i conguagli "pesanti" arriva il pagamento in tre rate

L'agevolazione "viaggia" con la dichiarazione on line

Architetti e ingegneri iscritti a Inarcassa possono richiedere la rateizzazione del conguaglio da versare entro il 31 dicembre se questo supera i mille euro. Le rate sono quadrimestrali, si inizia a pagare da marzo 2017 ma bisogna tenere in conto l'applicazione degli interessi, seppur bassi, pari all'1% annuo.

Si tratta di un'agevolazione che va a sostituire la possibilità di posticipare ad aprile il versamento del conguaglio, che la Cassa aveva previsto negli scorsi anni e che non verrà ripetuta quest'anno.

Ricordiamo che il CdA della Cassa ha deciso di sospendere - fino al 20 dicembre - gli adempimenti contributivi per architetti e ingegneri residenti nei territori colpiti dal terremoto che ha scosso il Centro Italia lo scorso 24 agosto.

La rateizzazione "viaggia" con la dichiarazione on line

La rateizzazione del saldo annuo va richiesta compilando una specifica voce che compare all'interno della procedura on line disposta per l'invio della dichiarazione obbligatoria del reddito professionale e/o del volume d'affari, che gli iscritti devono presentare entro il prossimo 31 ottobre.

Le esclusioni

Per accedere all'agevolazione gli architetti e gli ingegneri interessati dovranno essere in regola con i pagamenti contributivi e con gli obblighi documentali. Ne sono esclusi coloro che hanno optato per la deroga all'obbligo della contribuzione minima soggettiva, scegliendo di calcolare i contributi da versare in percentuale al reddito effettivamente prodotto.

Non ne possono usufruire, inoltre, i pensionati o gli iscritti che abbiano presentato domanda di pensione.

Tutte le info su www.inarcassa.it

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: