Past, Present, Future: i big raccontano la propria carriera tra presente, passato e futuro

11 video interviste dei maggiori studi italiani e olandesi

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

11 architetti italiani e olandesi di fama internazionale raccontano in una video intervista la pratica professionale attraverso la propria esperienza passata, presente e futura. Questo il nuovo progetto firmato Itinerant Office e curato da Gianpiero Venturini da poco presentato a Kiev in occasione dell'ultima edizione del Festival internazionale di architettura CANactions.

Pensato come fonte di ispirazione per le nuove generazioni di architetti, Past, Present, Future raccoglie le interviste dei seguenti professionisti: Kees Christiaanse, Fondatore di KCAP; Jacob van Rijs, Co-Fondatore di MVRDV; Francine Houben, Fondatrice di Mecanoo; Nanne De Ru, Fondatore di Powerhouse Company; Caroline Bos, Co-Fondatrice di UNStudio; Kees Kaan, Co-Fondatore di KAAN Architecten; Cino Zucchi, Fondatore di Cino Zucchi Architetti; Mario Cucinella, Fondatore di Mario Cucinella Architects; Simone Sfriso, Co- Fondatore di TAMassociati; Marco Casamonti, Co-Fondatore di Archea Associati; Stefano Boeri, Fondatore di Stefano Boeri Architects.

Ogni video-intervista si imposta sulle tre sezioni del progetto: Presente, Passato e Futuro.
Si incomincia con PASSATO, in cui ogni protagonista racconta gli inizi della sua carriera con aneddoti ed esperienze personali, come Kees Chrisitaanse che descrive il periodo universitario, durante il quale incontra Rem Koolhaas, e con il quale inizia a lavorare fino alla fondazione di OMA.

Le condizioni attuali degli studi, presentate nella sezione PRESENTE, mostrano invece l'organizzazione di una grande realtà internazionale, qui Stefano Boeri parla del successo del Bosco Verticale e dei progetti legati ai temi della sostenibilità.

Nell'ultima parte, FUTURO, ogni intervistato suggerisce una serie di concetti chiave utili a comprendere il futuro della professione, Caroline Bos ad esempio parla della necessità di pensare ad un'architettura adaptive, in grado di rispondere agli stimoli, pensando che nei prossimi anni si possa "immaginare un'architettura fondata sul concetto di software". 

con il supporto dell'Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia e di Creative Industries Fund NL

I risultati del progetto sono disponibili sulla pagina web-documentario:
http://pastpresentfutureproject.com/