Europan 15: annunciati i vincitori, ecco le città produttive dei giovani progettisti europei

Laterza vince il team di Luca Petroni | Verbania vincono Metaxia Markaki e Simona Ferrari

Sono stati svelati oggi - lunedì 2 dicembre 2019 - gli attesi risultati di Europan 15, il grande concorso a scala europea riservato a progettisti under 40.

Sulla scia della precedente edizione, il tema della manifestazione è stato la Città Produttiva, declinato però quest'anno in ottica ecologica e sociale, e, più precisamente, incentrato su tre questioni: le risorse (come limitarne il consumo e l'inquinamento), la mobilità (come integrarla nei territori produttivi) e l'equità (come può l'equità spaziale contribuire all'equità sociale).

A rispondere alla sfida, nei 47 siti selezionati in tutta Europa, sono stati 1150 gruppi di giovani progettisti per un totale di 900 progetti presentati.

Come già accaduto nella scorsa edizione, i risultati generali mostrano l'Italia come la nazione più motivata a gareggiare all'estero, sui 13 gruppi vincitori residenti nel nostro paese infatti, ben 9 sono stati premiati fuori dai confini.

Tra le nazioni in cui si sono distinti i nostri connazionali ci sono Olanda, Norvegia, Austria e Svezia ed in particolare quattro sono i siti in cui un team capitanato da un italiano ha conquistato il primo posto:

  • a Rødberg, in Norvegia, dove ha vinto NEW - New Era Wharf di Matteo Arietti e Andrea Bulloni
  • a Graz, in Austria, dove ha vinto 47Nord15Ost di Luigi Costamagna e Celia Cardona Cava
  • a Weiz, in Austria, dove ha vinto Learning from the Future di David Vecchi e Davide Fuser, Silvia Tasini, Marta Benedetti, Federica Gallucci e Maria Letizia Garzoli
  • a Uddevalla, in Svezia, dove vince il progetto Jalla! di Ivaldi Stefano e Silvia Raineri

Il risultato più significativo è stato tuttavia sul territorio italiano, a Laterza infatti la totalità dei premi è stata assegnata a raggruppamenti residenti in Italia, mentre a Verbania ha vinto un team italo-greco.

Mostra e catalogo dei premiati nel 2020

Da gennaio 2020 i progetti saranno pubblicati sul sito europan-europa.eu, mentre in autunno, durante il Forum Inter-Sessions, sarà allestita la mostra e presentato il catalogo che raccoglie l'insieme dei premiati e le motivazioni della giuria.

Laterza ospiterà invece il 30 gennaio 2020 il Forum nazionale dei risultati, con la cerimonia di premiazione, la mostra dei progetti e un workshop operazionale con i progettisti.

Europan 15 | I vincitori in Italia

L'Italia si posiziona al terzo posto per percentuale di progetti ricevuti, con il 77% dei gruppi iscritti.

La Giuria nazionale - composta da Lucio Contardi, Chloe Duflos, Paolo Favole, Luca Gibello, Roberto Grio, Antonella Mari, Margherita Manfra e Bernard Reichen - ha assegnato a Laterza, tra le 28 proposte ricevute, un primo premio, un runner up e una menzione speciale, mentre a Verbania, tra i 16 progetti pervenuti, solo un vincitore e un runner up.

Laterza, un sistema di piazze produttive

Winner - 'O Sciuvilo

Autori Luca Petroni, Edoardo Fabbri, Maria Pone, Margherita Erbani, Francesca Melissano, Francesco Scillieri
Collaboratori Miriam Di Nardo, Antonio Pone

L'obiettivo del progetto è quello di unire il centro storico e la via commerciale di via Roma attraverso un percorso continuo, produttivo e riconoscibile.
Un nuovo asse pedonale che attraversa la città e che intercetta tutti gli elementi che compongono il ricco, ma spesso inespresso patrimonio di Laterza, trasformandolo in qualcosa di immediatamente produttivo riattivando il suo potenziale.
Per fare questo è stato scelto di utilizzare l'elemento naturale dell'acqua: la sua raccolta, il flusso e la gestione, a cui è possibile applicare le regole dell'economia circolare, può dare forma e migliorare lo spazio pubblico. 

Il progetto è stato votato all'unanimità, per la sua capacità di funzionare a tutte le scale, lavorando sul suolo in modo unitario e coerente.
"La sapiente gestione dell'acqua e della polivalenza dell'uso è ben interpretata e non casuale" afferma la Giuria, che aggiunge "Il progetto propone in modo originale, interessante e coraggioso, la scelta di fruire la Gravina attraverso il belvedere ricavato nel roof dell'edificio alto".

Runner up - LA3: A productive square

Autori Fabiana Cortolezzis, Giada Thuong Campigotto, Andrea Babolin, Francesco Bortolato

Special mention - Upcyclingravina

Autori Caterina Rigo, Benedetta Staccioli, Martina Campanelli, Nicolò Agostinelli, Claudia Massioni, Leonardo Binni

Verbania, dall'ex-Acetati alle nuove sfide produttive

Winner - Landscape in between

Autori Metaxia Markaki e Simona Ferrari

Partendo dalla metafora del giardino, il progetto riflette sull'idea del "riutilizzo" come strategia territoriale.
Riscoprendo un fiume trascurato, l'ex sito industriale di Acetati diventa un episodio paesaggistico lungo il letto del fiume e un nuovo spazio pubblico della città in-between. Il progetto è un gesto verso una nuova ecologia, che accoglie natura e cultura, produzione e vita quotidiana ridefinendo scale e reti di creazione.

"Questo progetto emerge per una sensibilità al livello territoriale, processuale a adattativo" secondo la giuria " e offre gli elementi per fare di questo luogo un attrattore urbano con dei servizi ma resta libero alle possibilità di fare intervenire nuovi attori. La proposta è tra le poche che demolisce i confini del sito modificando la configurazione della maglia urbana: mette in opera un paesaggio architettonico.
Infine secondo la commissione "funziona bene la connessione con il fiume attraverso il percorso che, includendo il campo sportivo, mette in collegamento la parte industriale con i percorsi naturali".

Runner up - Lung hub. An ecosystem for the urban regeneration of Verbania

Autori Grazia Carioscia. COLLABORATORI: Alice Barreca, Sarah Damiana Russo, Ambra Seghesio, Guido Pavia

di Elisa Cavaglion

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TUTTI I RISULTATI IN:
EUROPA | ITALIA

pubblicato in data: