Superbonus fino al 2022 nei condomini, senza il limite del 60% dei lavori

pubblicato il: - di Mariagrazia Barletta

Una piccolo proroga del Superbonus al 110 per cento arriva con l'approvazione del Piano nazionale per gli investimenti, finalizzato ad integrare con risorse nazionali (30.6 milioni di euro) gli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Più nel dettaglio, alcune modifiche all'articolo 119 del Dl Rilancio, che ha introdotto il Superbonus, sono state inserite nel Dl 59 del 2021, pubblicato nella Gazzetta ufficiale del 7 maggio 2021 (in vigore dal giorno successivo).

Il Dl prevede una proroga per gli Iacp (Istituti autonomi di case popolari) di sei mesi: dunque, possono beneficiare della maxi-detrazione fino al 30 giugno 2022, ma si può arrivare anche a detrarre le spese effettuate entro il 31 dicembre 2023 se al 30 giugno dello stesso anno si raggiunge quota 60% dei lavori. Prima della modifica, gli Iacp potevano beneficiare della maxi-detrazione fino al 30 giugno 2023 a condizione che si raggiungesse il traguardo del 60 per cento entro il 31 dicembre 2022.

Nessuna modifica per le persone fisiche, per le quali la detrazione arriva fino al 31 dicembre 2022 se la meta del 60 per cento è raggiunta entro il 30 giugno 2022. I condomini, invece, possono detrarre le spese effettuate fino al 31 dicembre 2022, indipendentemente dallo stato di avanzamento dei lavori. Più precisamente, non devono più preoccuparsi di arrivare al 60 per cento dei lavori al 30 giugno 2022. Quest'ultima condizione, che bisognava necessariamente soddisfare per arrivare a detrarre le spese fino alla fine del 2022, è stata infatti cancellata.

Sulla base dei dati trimestrali forniti dall'Enea, il ministero dell'Economia monitorerà gli effetti delle detrazioni, aggiornando le stime. Eventuali minori oneri permetteranno di definire un ulteriore differimento della maxi-detrazione, nei limiti dei risparmi che dovessero emergere da tale monitoraggio.

Dunque, se c'è da attendere per un'ulteriore eventuale proroga, dovrebbe invece essere messa a punto entro maggio una semplificazione che vada ad alleggerire gli ostacoli burocratici che ancora frenano l'agevolazione al 110 per cento (per i dettagli si rimanda all'articolo: "Superbonus: semplificazione entro maggio con un decreto legge").

IL TESTO DEL DL 59/2021