Portale del Reclutamento: ecco le istruzioni per il conferimento di incarichi e per le assunzioni

pubblicato il: - di Mariagrazia Barletta

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto del Dipartimento della Funzione pubblica che dà il via al funzionamento del Portale del Reclutamento, ossia la piattaforma digitale attraverso la quale saranno selezionati professionisti per il conferimento di incarichi di collaborazione finalizzati all'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e profili di alta specializzazione per assunzioni a tempo determinato nella Pa. 

Possono iscriversi al Portale (www.inpa.gov.it) i professionisti e i laureati con profili di alta specializzazione. Per questi ultimi sono richiesti: il possesso della laurea magistrale o specialistica, un dottorato di ricerca o un'esperienza professionale continuativa almeno triennale, maturata presso enti pubblici nazionali o presso organismi internazionali o dell'Unione europea. 

L'iscrizione e la procedura per il conferimento di incarichi professionali

I professionisti possono iscriversi negli elenchi per il conferimento di incarichi, previa registrazione sul portale che avviene tramite Spid, carta nazionale dei servizi o carta d'indentità elettronica. Una volta registrati è necessario compilare il curriculum vitae con valore di autocertificazione. Non è consentito il conferimento a ciascun iscritto di più di un incarico per volta. 

Sul portale confluiscono gli avvisi delle amministrazioni titolari di progetti del Pnrr per la ricerca di professionisti ed esperti. Gli avvisi specificheranno: la professionalità, la specializzazione o l'esperienza richieste; la tipologia, la data di inizio e la durata del progetto oggetto dell'avviso; il corrispettivo previsto; l'ambito territoriale di svolgimento della prestazione; il termine entro cui l'iscritto può aderire alla procedura di selezione. 

È stesso il Portale ad individuare i potenziali candidati in possesso dei requisiti richiesti e ad inviare loro una notifica. Il portale elabora gli elenchi attingendo esclusivamente agli iscritti che abbiano indicato l'ambito territoriale previsto nell'avviso e, tra questi, individua tutti quelli che risultano essere in possesso della professionalità o dei titoli di studio richiesti.

Le amministrazioni, entro 10 giorni dalla chiusura dell'avviso, invitano i candidati al colloquio selettivo (il numero di candidati che vi accedono deve essere pari ad almeno quattro volte il numero di professionalità richieste), Terminati i colloqui, l'amministrazione individua, con provvedimento motivato, i soggetti ai quali conferire l'incarico.

Le procedura «idoneativa» per i profili di alta specializzazione

Per i profili di alta specializzazione, l'accesso agli elenchi prevede l'ingresso in una graduatoria previo superamento di una procedura detta «idoneativa». Ogni anno il Dipartimento della Funzione pubblica, avvalendosi di FormezPa, bandisce procedure idoneative, anche suddivise per professionalità e specializzazione, che si svolgono in modalità digitale e semplificata, prevedendo una sola prova scritta.

Il superamento della prova non dà diritto all'assunzione, ma si entra in graduatoria. Da questa attingono le amministrazioni titolari di progetti inseriti nel Pnrr per procedere alle assunzioni a tempo determinato.