Efficientamento energetico di cinema e teatri, il ministero della Cultura lancia un bando da 200 milioni di euro

pubblicato il:

Il ministero della Cultura, tramite la sua direzione generale Spettacolo, ha pubblicato l'avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento per la riduzione dei consumi energetici nelle sale di teatri e cinema, pubblici e privati, da finanziare con 200 milioni di euro a valere sul Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Possono presentare domanda di contributo i soggetti pubblici e privati proprietari o gestori di sale teatrali e/o sale cinematografiche. Il 40% delle risorse complessive sarà riservato alle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna).​

Gli interventi devono essere finalizzati alla realizzazione di progetti e/o all'acquisto di beni/servizi che abbiano come oggetto: pianificazione tecnico-economico-finanziaria, audit energetici, analisi ambientali iniziali, valutazione dell'impatto ambientale, rilievi e valutazioni finalizzate all'individuazione di criticità, individuazione dei conseguenti interventi per il miglioramento delle prestazioni energetiche; interventi sull'involucro edilizio; interventi di sostituzione e acquisizione di apparecchiature, strumenti, sistemi, dispositivi, software applicativi digitali, nonché strumentazione accessoria per il loro funzionamento, acquisizione di brevetti, licenze e know-how; installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart building) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l'utilizzo di mix tecnologici.

Le domande potranno essere presentate entro le ore 16 del 18 marzo 2022 esclusivamente in modalità telematica, utilizzando i modelli predisposti e resi disponibili sulla piattaforma telematica FUSONLINE all'indirizzo: www.dos.beniculturali.it/login.php

Le domande verranno sottoposte alla valutazione di una Commissione, composta da tre a cinque membri designati dal ministero, tra esperti di adeguata professionalità.

L'avviso pubblico è consultabile e scaricabile
al seguente link: www.spettacolodalvivo.beniculturali.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA