Settanta7 firma l'ampliamento della scuola primaria Collodi a Seveso

in dialogo con la scuola progettata da Asnago e Vender negli anni '50

pubblicato il: - di Elisa Scapicchio

Efficienza energetica, apertura alla cittadinanza, sostenibilità e abbattimento delle barriere architettoniche sono i caratteri distintivi del progetto di ampliamento del plesso scolastico Collodi a Seveso, firmato dallo studio torinese Settanta7 e fortemente voluto dall'amministrazione comunale per assicurare agli abitanti un nuovo luogo di vita sociale e incontro.

Sulla superficie di 1.500 mq, il progetto vede la realizzazione di una nuova palestra, con annesso ampliamento di una biblioteca e di spazi dedicati alla didattica della scuola primaria Collodi, progettata negli anni '50 da Asnago e Vender.

L'intervento si sviluppa a partire dalla volontà di connettere il nuovo volume con l'esistente e con il verde circostante. Il gioco di falde del progetto di Asnago e Vender, reinterpretato, diviene infatti l'elemento caratterizzante della nuova palestra, omologata CONI e destinata ad accogliere spogliatoi, servizi e infermeria.

Ne deriva un complesso caratterizzato dall'equilibrio tra i due blocchi, rafforzato dalla scelta cromatica che rende la nuova struttura uno spazio contemporaneo, accogliente e aperto ai cittadini nelle diverse ore della giornata.

foto: © Giovanni Galanello

foto: © Giovanni Galanello

Architettura bioclimatica ed efficienza energetica, dalla struttura all'illuminazione

I principi dell'architettura bioclimatica e della sostenibilità sono il filo rosso dell'intero progetto, a partire dalla corretta illuminazione: la grande vetrata sul fronte principale offre, infatti, la condizione ideale per allenarsi, mentre la scelta di materiali riciclabili e locali, con bassi contenuti di polveri volatili, assicura un edificio sano e confortevole per la fruizione da parte dei ragazzi.

L'attenzione all'alta efficienza energetica, per garantire la riduzione di costi di gestione e manutenzione, vede la scelta dello zinco-titanio per il guscio termico, l'installazione di pannelli fotovoltaici, illuminazione LED e un sistema di riscaldamento integrato funzionale ai diversi ambienti della struttura.

foto: © Giovanni Galanello

Dal punto di vista strutturale il progetto è interamente realizzato in legno, garantendo alte prestazioni energetiche in termini di sicurezza sismica e assemblaggio rapido.

La struttura primaria è realizzata in pilastri e travi complesse in legno lamellare che formano i portali strutturali del plesso sportivo, in elevazione, lasciando ampie luci libere all'interno della palestra.

Le pareti perimetrali e il solaio interpiano, che compongono la seconda struttura, sono invece in pannelli di x-lam, sistema che ha consentito la realizzazione in stabilimento con montaggio intuitivo di rapida esecuzione.

Infine, per coniugare le esigenze estetiche contemporanee con quelle della sostenibilità, le finiture interne prevedono il rivestimento in grès porcellanato per gli spazi umidi (come gli spogliatoi e i bagni), idropitture lavabili e un pavimento fonoassorbente omologato CONI per la palestra.

foto: © Giovanni Galanello

CREDITI DI PROGETTO

Demolizione e nuova costruzione della palestra
con ampliamento della scuola primaria "C. Collodi" di Seveso

ARCHITETTI:
Settanta7 Studio Associato (capogruppo) - Progettazione Architettonica, strutturale, CSP e CSE, Integrazioni specialistiche, DL, progettazione acustica
COMMITTENTE:
Comune di Seveso (MB) Luogo: Seveso (MB) Cronologia : 2017 - 2021   Dimensioni: superficie 1.500 m2, volume 13.160 m3 Struttura: Struttura in legno lamellare e X-Lam

CONSULENTI:
ing. Paolo Angiolini (progettazione impianti termo-fluidici)
ing Giacomo Diego Beccaria (antincendio)
Arch Francesca Cordero (Giovane professionista)
FOTOGRAFIE:
© Giovanni Galanello

© RIPRODUZIONE RISERVATA