Cantieri: pubblicate le linee guida per la prevenzione dei contagi Covid

I Piani di sicurezza e coordinamento vanno adeguati alle nuove indicazioni

pubblicato il:

Sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale del 16 maggio, le «Linee guida per la prevenzione della diffusione del Covid-19 nei cantieri» emanate dal ministero della Salute con l'ordinanza del 9 maggio.

Le nuove disposizioni, che valgono fino al 31 dicembre 2022, contengono una serie di azioni preventive, da applicare nei cantieri, per prevenire la diffusione del Sars-CoV.

Tali misure si estendono ai datori di lavoro, ai lavoratori, ai lavoratori autonomi, ai tecnici e a tutti i soggetti che operano nel medesimo cantiere. Il coordinatore per la sicurezza, dove nominato, provvede a integrare il Piano di sicurezza e di coordinamento (Psc) e la relativa stima dei costi con le misure contenute nelle linee guida. I committenti sono tenuti a vigilare affinché nei cantieri siano adottate le misure di sicurezza anti-contagio indicate nel documento.

Le linee guida

Le misure riguardano le informazioni da trasmettere ai lavoratori riguardo ai comportamenti da tenere in cantiere. In particolare, l'impresa affidataria, in collaborazione con il committente/responsabile dei lavori e con il Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione (se presente), definisce le modalità di informazione per gli altri soggetti che accedono in cantiere (es. tecnici, imprese subappaltatrici, lavoratori autonomi, ecc.).

Altre indicazioni riguardano l'uso di dispositivi di protezione individuale, le modalità di accesso al cantiere che i fornitori devono rispettare, la pulizia e l'igiene, la gestione degli spazi comuni e i comportamenti da tenere nel caso vi sia una persona sintomatica, infine la sorveglianza sanitaria e i compiti del medico competente e del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA