32 architetti al Ministero della Cultura

Candidature entro il 9 dicembre 2022

pubblicato il:

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un bando di concorso per il reclutamento di un contingente complessivo di cinquecentodiciotto unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, da inquadrare nell'area III, nei ruoli del Ministero della cultura ad eccezione della Provincia di Bolzano. (GU n.88 del 08-11-2022) 

Sei le posizioni in concorso:
- Codice 01 - funzionario ARCHIVISTA DI STATO - 268 posti
- Codice 02 - funzionario BIBLIOTECARIO - 130 posti
- Codice 03 - funzionario RESTAURATORE CONSERVATORE - 15 posti
- Codice 04- funzionario ARCHITETTO - 32 posti
- Codice 05- funzionario STORICO DELL'ARTE - 35 posti
- Codice 06- funzionario ARCHEOLOGO - 20 posti
-
Codice 07 - funzionario PALEONTOLOGO - 8 posti 
-
Codice 08 - funzionario DEMOETNOANTROPOLOGO - 10 posti 

La domanda può essere presentata per ciascuno dei codici.

Il candidato dovrà inviare la domanda di ammissione al concorso esclusivamente per via telematica entro il 9 dicembre 2022, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, compilando il format di candidatura sul Portale «inPA», previa registrazione sullo stesso portale. 

Requisiti per il ruolo di funzionario ARCHITETTO

Per il ruolo di funzionario architetto, gli interessati devono essere in possesso della laurea magistrale in Architettura del paesaggio (LM3) o Architettura e ingegneria edile architettura (LM4) o Conservazione dei beni architettonici e ambientali (LM10) o Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale (LM48) ovvero Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio (LM75) o titoli equiparati secondo la normativa vigente

È richiesto anche il diploma di specializzazione o un dottorato di ricerca o un master universitario di secondo livello, in materie attinenti al profilo professionale, previsti dalla legge per lo svolgimento dei compiti assegnati.

Procedura concorsuale

La procedura di selezione prevede:

  • prova selettiva scritta - un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti  che si svolgerà esclusivamente mediante l'utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali
  • prova selettiva orale - un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie della prova scritta. Può essere svolta in videoconferenza, attraverso l'utilizzo di strumenti informatici e digitali, garantendo comunque l'adozione di soluzioni tecniche che assicurino la pubblicità della stessa e l'identificazione dei partecipanti, nonché la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità.

In sede di prova orale si procede anche all'accertamento della conoscenza della lingua inglese attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche di livello almeno A2 del Quadro Comune europeo di riferimento per le lingue; della conoscenza e dell'uso delle tecnologiche informatiche e delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

  • valutazione dei titoli

Bando integrale